Al netto delle anticipazioni prodotte dai muletti sfuggiti più o meno camuffati, nuova Mercedes Classe S ha ancora molto da raccontare. Dettagli da approfondire, tecnologie da svelare. Molto sarà al capitolo infotainment e sistemi di assistenza alla guida. Per iniziare a dire quanto sarà innovativa l’ammiraglia la cui presentazione è fissata il prossimo settembre, si parte da approfondimenti mirati. Primo passaggio, la nuova generazione di MBUX, che scopriremo mercoledì 8 luglio.

Cerchi un'auto usata? Sfoglia il listino di Auto

Dopo l’evoluzione verso le gesture tra le modalità di interazione uomo-macchina, come saprà stupire il sistema sul modello più rappresentativo? Non è una novità la configurazione con tablet orientato verticalmente, pregevole integrazione con il tunnel, abbinato a una strumentazione con pannello Widescreen. Resta da scoprire, ad esempio, cosa avrà sviluppato Mercedes sul fronte di un head up display che, per design della plancia alla base del parabrezza, cattura l’attenzione. Non è da escludere uno sviluppo verso contenuti di realtà aumentata.

Stile di Classe S, modernità e tradizione

Il teaser col quale si presenta lo schermo – secondo alcuni rumours sarà da 17 pollici – dell’infotainment, connesso ovviamente su rete 4G LTE, è completato da una visuale nitida sul frontale di nuova Classe S 2021. Lo “scudo” dei sensori e camera frontale aggiuntiva sulla calandra spicca al pari dei fari con un’evoluzione della tecnologia Multibeam, proiettori che nel design sono un bel tocco di dinamismo su forme altrimenti sobrie e richiamo alla tradizione nella griglia.

Sfoglia il listino Mercedes: tutti i modelli sul mercato

A seguire la presentazione delle funzioni connesse e del nuovo MBUX, Mercedes svelerà altri dettagli tecnologici a fine luglio, per un progetto Classe S indicato con l’hardware necessario per un’assistenza alla guida di Livello 3.