La barchetta completa la tripletta. Ferrari Monza SP1 è la terza rossa, dopo F12berlinetta, nel 2014, e la FXX K, nel 2016, ad aggiudicarsi il Compasso d’Oro, uno dei riconoscimenti più ambiti nel settore del design industriale.

Ferrari, in arrivo una Special Project ispirata alla F40?

SP1 Monza, le ragioni del trionfo

Undici automobili hanno portato a casa il Compasso d’Oro: Monza SP1, la prima della famiglia Icona, negra un un club speciale. Riconosciuta per la sua eccellenza stilistica. “Capacità di proiettarsi nel futuro facendo tesoro della memoria e senza cadere nel vintage”.

Una valutazione speciale per la vettura ispirata, aggiornandolo al design iconico, anzi archetipo della stessa auto da competizione, di 166 MM e le 750 e 860 Monza. Senza compromessi, ma con una classe inimitabile. 

A due anni esatti dall’esordio, era il settembre 2029, SP1 Monza, spinta dall’altrettanto evocativo motore V12 da 810 cavalli, ha raccolto un frutto importante.

Elargito dall’'Associazione per il Disegno Industriale a Milano e ritirato da Flavio Manzoni, Chief Design Officer della Casa di Maranello, e da Jane Reeve, Chief Communication Officer della Casa del cavallino rampante.  

Ferrari Roma, primo test su strada VIDEO