Prestito di 485 milioni di Euro per FCA. La BEI (Banca Europea degli Investimenti) affianca Fiat Chrysler Automobiles per la ricerca, lo sviluppo e la produzione di vetture elettriche ed ibrid plug-in.

La prima operazione di 485 milioni di euro presenta una duplice componente. Per la produzione, sostiene una linea innovativa di veicoli a motori ibridi ricaricabili realizzati nello stabilimento di Pomigliano, in Campania.  Si aggiunge l’attività di Ricerca, Sviluppo e Innovazione (RSI) per elettrificazione, connettività e tecnologie a guida autonoma svolta prevalentemente nei laboratori FCA di Torino.

La linea di credito della BEI copre il 75% del valore totale degli investimenti di FCA per questo progetto nel quadriennio 2020-2023, con una durata del prestito di cinque anni e tassi di interesse particolarmente vantaggiosi, grazie alla tripla A delle emissioni obbligazionarie BEI.

Appa viglia dell’estate era stata perfezionata un’operazione di 300 milioni di euro per gli investimenti in corso di realizzazione nel triennio 2019-2021 nelle linee produttive di veicoli a motori ibridi ricaricabili negli stabilimenti di Melfi (in Basilicata) – tra cui Jeep Renegade e Compass 4xe – e veicoli elettrici a batteria a Mirafiori, – Fiat 500 elettrica – in nella storica fabbrica.

La sinergia tra BEI e FCA ormai è storica.

Il rapporto è nato nel 2010 e proseguito con dieci operazioni per complessivi 3,2 miliardi di euro di finanziamenti, principalmente a sostegno dell’innovazione tecnologica, con effetti nell’industria produttiva e nell’indotto. E ora siamo al crocevia più importante.

FCA, Vehicle-to-Grid: progetto pilota inaugurato a Mirafiori