L’annus horribilis che ha sconvolto le vite di tutti sta volgendo finalmente al termine ed è tempo di tirare somme anche per quanto riguarda il mondo dell’automobile e dei costi del carburante. È stata Altroconsumo a pensare a quest’aspetto, realizzando un’indagine proprio sull’andamento dei prezzi dei carburanti.

IN CITTà

Lo studio è stato organizzato prendendo in considerazione le insegne presenti in almeno 11 regioni italiane e analizzando i prezzi del carburante sia per quanto riguarda il servito che per il self-service. Nei centri abitati e in generale sui tratti non autostradali, i migliori marchi per benzina e diesel self-service sono GDO, Conad ed Enercoop. Per quanto riguarda il servito, spiccano invece Beyfin ed Europam. Queste aziende sono di gran lunga più economiche rispetto ai grandi marchi nazionali, che hanno cifre vicine al 50% in più.

Porsche e i carburanti sintetici: saranno nelle corse e sul prodotto di serie

IN AUTOSTRADA

Lungo le autostrade italiane, invece, l’insegna più conveniente è risultata essere Sarni Oil in tutte le categorie di carburante e servizio. C’è un’eccezione, quella delle cosiddette “pompe bianche”, cioè i distributori non legati alle più note compagnie di distribuzione che non espongono alcun logo: molte di loro presentano prezzi molto vantaggiosi per il self-service, inferiori anche a Sarni Oil.

La Top 10 dei marchi auto più venduti in Europa a novembre 2020

PROGETTO MILE21

Il dato più rilevante dell’analisi di Altroconsumo è la differenza tra i prezzi urbani e quelli autostradali per il rifornimento: una distanza abissale, con la città largamente più economica rispetto ai caselli. La stessa insegna, in autostrada, presenta un prezzo maggiorato del 70%. Prima di un viaggio lungo, è consigliato fare il pieno vicino casa per risparmiare. Per aiutare i viaggiatori, Altroconsumo ha dato il via al progetto Mile21 – Più informazioni, meno emissioni, confinanziato dal programma LIFE+ dell’Unione Europea, che si propone di fornire ai consumatori dati reali su consumi ed emissioni di Co2 della propria automobile, aiutandoli nella scelta di un nuovo veicolo e dando consigli sulla guida ecologica per consumare e inquinare di meno. Una manutenzione periodica, il controllo dei filtri e il corretto utilizzo delle marce sono già un importante punto di partenza per rispettare l’ambiente e risparmiare carburante.