Car of the YearOrganizzatore italiano del premio
The Car of the Year

Toyota GR 86, nuovo nome, ma sportività di sempre

Toyota GR 86, nuovo nome, ma sportività di sempre

Presentata la seconda generazione della GT 86, la coupé sporiva che conserva le caratteristiche principali del modello precedente, ma con diversi upgrade di motore e dinamica

di Michele Salvatore

6 aprile

Cambia una lettera, non il carattere. La seconda generazione della GT 86, la coupé vecchia scuola di casa Toyota, diventa GR 86, nuova anagrafica che la fa entrare nella famiglia delle sportive dure e pure delle Tre Ellissi, GR Yaris e GR Supra.

Toyota GR 86

Toyota GR 86

Ecco la nuova Toyota GR 86, l'erede della GT 86 e cugina della Subaru BRZ, che cambia nome, ma conferma le caratteristiche principali della prima generazione. Motore boxer 2.4 aspirato, 232 cavalli di potenza, trazione posteriore e poco peso per divertirsi, tra le curve, alla vecchia maniera.

Guarda la gallery

Le caratteristiche principali

Motore boxer aspirato all’anteriore, cambio manuale e trazione posteriore. La base tecnica, condivisa con la Subaru BRZ presentata 5 mesi fa, non cambia, ma si evolve da punto di vista tecnologico e prestazionale.

La vettura è lunga 4,265 metri, larga 1,775, alta 1,310 e con il passo di 2,575 metri, dimensioni praticamente identiche alla generazione precedente. A livello estetico cambia molto poco rispetto alla cugina BRZ, solo pochi dettagli necessari a ridisegnare la parte frontale. Pressoché identico tra le due cugine anche l’abitacolo, che si differenzia solo per i diversi loghi delle due Case, ma per il resto offre la stessa strumentazione digitale basata su due monitor: uno da 7” per il quadro strumenti e uno da 8” per il controllo dell’infotelematica. La sicurezza attiva e passiva è affidata agli ADAS di Subaru, il sistema EyeSight.

La scheda tecnica

Il lavoro maggiore è stato svolto per migliorare la dinamica del veicolo. Il motore passa da 2.0 a 2.4 litri di cubatura, arriva a 232 cavalli e 250 Nm di di coppia, e permette alla vettura di coprire lo 0-100 km/h in 6,3”, abbassando di un secondo il valore della generazione precedente. Propulsore abbinato, di serie, a un cambio meccanico a 6 marce o su richiesta a una trasmissione automatica, sempre a 6 rapporti.

Oltre l’incremento di potenza, in Toyota hanno lavorato sul miglioramento della guidabilità, ottenuto tramite uno stretto controllo del peso usando l’alluminio per tetto e parafanghi. Queste modifiche hanno permesso di abbassare ulteriormente il centro di gravità della vettura, caratteristica che, unita alla rigidità torsionale aumentata del 50% e allo sterzo più reattivo, ha fatto diventare la vettura più diretta e stabile.

Pronta in Giappone, ma quando arriva in Europa?

La nuova GR 86 è attesa nelle concessionarie giapponesi in autunno, ma al momento non sono stati diffusi dettagli sulla sua commercializzazione in Europa.

  • Link copiato

Commenti

Leggi auto.it su tutti i tuoi dispositivi