Toyota

Toyota è una multinazionale che produce autoveicoli nata ufficialmente nel 1933 che però ha origine con la Toyoda Automatic Loom (azienda di telai per la tessitura fondata nel 1890) e con la volontà di espandersi, aprendo una filiale di automobili.

Gli inizi

Il primo motore viene costruito nel 1934. Si tratta di un Type A, un 3.4 a sei cilindri in linea da 62 CV copiato da un’unità Chevrolet del 1929, montato l’anno dopo sul prototipo A1 e pochi mesi più tardi sul veicolo commerciale G1. Ma per vedere la prima auto Toyota si deve aspettare il 1936 con la Model AA. Il 1937 è un anno importante: la Toyota Motor Company diventa un marchio indipendente.

Come molte altre aziende del settore automotive, anche Toyota, durante la Seconda Guerra Mondiale, produce veicoli destinati all’esercito. Ma la normale attività riprende nel 1947 con la SA, modello con due sole porte (simile al Maggiolino Volkswagen). Ma passano pochi anni, siamo nel 1950, e la chiamata alle armi nella Guerra di Corea porta l’azienda a rifornire l’esercito americano di mezzi per il conflitto bellico. Nel 1951 debutta sul mercato il fuoristrada BJ, già grande della Jeep e anche più potente (spinto da un motore 3.4 a sei cilindri da 86 CV). Un grande passo in avanti viene poi fatto con la Crown, sia berlina che station wagon, che nel 1957 è la prima vettura del Marchio giapponese a essere esportata negli Usa.

Il successo

Gli anni ’60 sono un grande successo per Toyota, che inizia a espandersi in tutto il mondo (nel 1962 arriva in Europa con la Toyopet Tiara e nel 1963 in Australia), e produce modelli che hanno fatto la storia del Marchio, come la Corolla, definita “l’auto delle persone” ed entrata a far parte, nel corso del tempo, della vita di oltre 40 milioni di automobilisti grazie alle sue proporzioni armoniose e ai dettagli raffinati. E proprio a bordo di una Corolla, nel 1975, Hannu Mikkola conquista il primo successo nel WRC per Toyota nel Rally dei 1000 Laghi. Arrivano poi modelli già sportivi, negli anni ’80, come la MR2, con motori 1.5 e 1.6 in posizione centrale e trazione posteriore, la Supra Mark III del 1986 e la Celica T160 del 1987. Sempre nel 1987 viene siglato un accordo con Volkswagen per la produzione di Hilux, un pick-up, e nel 1989 nasce il brand di lusso Lexus.

Arriviamo agli anni ’90, con nuovi modelli che vengono presentati. Entrano in fammi la Carina E (prodotta per il Regno Unito), ma soprattuto l’ibrida Prius XW10, nel 1997, una quattro porte dotata di propulsore 1.5 a benzina abbinato a un’unità elettrica, e il primo Suv RAV4. La seconda generazione Prius, nel 2005, vince anche l’ambito premio Auto dell’Anno (riconoscimento conquistato anche dalla Yaris nel 2000).

Toyota oggi

Toyota oggi è uno dei marchi automotive più importanti a livello mondiale. Dal 2000 in poi ha continuato la produzione di vetture di successo con la citycar Aygo e le nuove generazioni di modelli che continuano a essere sempre molto richiesti come la Yaris (Auto dell’Anno 2021), la Corolla, la Prius, con particolare attenzione alla realizzazioni di veicoli ibridi.

I modelli Toyota

Leggi auto.it su tutti i tuoi dispositivi