GTO Squalo, la Ferrari 250 SWB rinasce con un V12 da 10.000 giri

GTO Squalo, la Ferrari 250 SWB rinasce con un V12 da 10.000 giri

L'azienda inglese GTO Engineering ha annunciato i dati tecnici relativi al motore V12 della Squalo, modello ispirato alla Ferrari 250 SWB

di Lorenzo Lucidi

13 maggio 2021

L'azienda inglese GTO Engineering è ormai da tempo al lavoro sulla Squalo, una riedizione in chiave moderna della Ferrari 250 SWB, una delle vetture più rare e preziose al mondo. Non un restomod, quello di GTO, bensì una vettura totalmente nuova realizzata però riproducendo fedelmente diversi elementi della SWB, tra cui il propulsore ispirato al mitico V12 Colombo utilizzato a Maranello per oltre quarant'anni. Ed è proprio sul motore che l'azienda britannica ha rilasciato nuove informazioni, andando a svelare in parte la scheda tecnica della vettura.

GTO Engineering Squalo FOTO

GTO Engineering Squalo FOTO

L'azienda inglese GTO Engineering è al lavoro per realizzare una versione moderna della ricercatissima Ferrari 250 SWB

Guarda la gallery

V12 fedele al motore Ferrari

La GTO Squalo somiglierà molto alla Ferrari 250 SWB non solo dal punto di vista estetico, ma anche da quello meccanico. Sebbene verranno usati materiali di ultima generazione e tecnologie moderne, i progetti sono stati fatti seguendo fedelmente il modello degli anni '60. Il motore infatti sarà una riproduzione del V12 Colombo, che equipaggiò, in varie versioni, le Rosse di Maranello dal 1947, anno di fondazione della Casa, fino al 1988. Un'unità che ha fatto la storia della Ferrari, e che ha trovato spazio nel cofano di modelli come la 125, la 330, la 412 e le vetture della famiglia 250.

L'obiettivo dell'azienda britannica è quello di riprodurre il quello stesso propulsore in modo da farlo pesare meno dell'originale: una sfida impegnativa, visto che i motori a 12 cilindri odierni sono molto più pesanti di quelli dell'epoca. In particolare, il Colombo utilizzato nel 1960 segnava sulla bilancia 176 kg, mentre la GTO punta a realizzare un'unità che si fermi a quota 165. La Squalo, nei progetti dell'azienda, peserà così complessivamente meno di una tonnellata a vuoto, in linea con i 950 kg della Ferrari originale.

Il motore V12 della Squalo che la GTO Engineering sta sviluppando è un 4 litri aspirato come quello che equipaggiava la 250 SWB. In questa versione moderna riuscirà a erogare 460 cavalli, spingendosi fino alla soglia dei 10.000 giri al minuto. Sia il propulsore che l'auto, specifica il Costruttore, non avranno componenti Ferrari originali, vista la loro grande rarità. In compenso sarà l'ampio uso di materiali moderni: la carrozzeria sarà in fibra di carbonio, mentre il telaio sarà un tubolare d'acciaio con telaietti di alluminio.

Nick Mason e Brian Johnson insieme sulla mitica Ferrari 250 GTO

GTO Squalo, ecco quando arriverà

Le prime consegne della Squalo sono previste nel 2023. Fino ad allora, gli specialisti della GTO continueranno il loro lavoro con il massimo della perizia, come assicura Mark Lyon, amministratore delegato e fondatore dell'azienda: "Spesso sono le piccole parti di un'auto che richiedono più tempo. Siamo ora in una fase in cui i modelli di design vengono creati qui nel Regno Unito e presto annunceremo i nostri partner tecnici che lavorano con noi sulla produzione di esterni e interni, nonché su ruote e pneumatici". Nel frattempo sono aperti gli ordini per l'auto, ma il prezzo e il numero degli esemplari previsti non sono ancora stati resi noti.

Top 10 delle Ferrari più costose ed esclusive

  • Link copiato

Commenti

Leggi auto.it su tutti i tuoi dispositivi