Car of the YearOrganizzatore del premio
Car of the Year 2021

Koenigsegg CCR, all’asta a Milano un modello storico

Koenigsegg CCR, all’asta a Milano un modello storico© RM Sotheby's

Tanto potente da riuscire anni fa a buttare giù dal trono delle auto di serie più veloci del mondo la McLaren F1, la CCR verrà proposta all’asta da RM Sotheby's il prossimo 15 giugno

di Redazione

27 maggio

Linee pulite, semplici e senza troppi fronzoli. Si presentava così agli occhi del pubblico del Salone di Ginevra 2004 la Koenigsegg CCR, terzo modello mai costruito dalla piccola azienda fondata da Christian von Koenigsegg nel 1994.

Eppure, nonostante il suo design lineare e conciso, è fin troppo semplice lasciarsi ingannare dall’apparenza perché in realtà la CCR ha saputo imporsi come una delle vetture di serie più veloci mai realizzate: 806 cv e velocità massima dichiarata di 387 km/h. Ora, il terzo dei quattordici esemplari prodotti – quello con numero di telaio 7011 – verrà proposto all’asta il prossimo 15 giugno a Milano da RM Sotheby's.

Koenigsegg Agera RS Refinement, one off ispirata alla One:1

Koenigsegg CCR: raro esemplare all'asta

Koenigsegg CCR: raro esemplare all'asta

La supercar proposta all'asta di Milano da RM Sotheby's vanta un telaio in fibra di carbonio, una scocca in Lava Orange e un motore V8 con doppio compressore 4,6 litri da 806 cv. Una potenza tale da essere riuscita a togliere il trono dell’auto di serie più veloce mai costruita alla McLaren F1. Ecco alcune foto

Guarda la gallery

Lo stesso esemplare di Ginevra 2004

Ad oggi il valore stimato dalla casa d’aste si attesta tra le 720 e le 760 mila euro, un prezzo che deriva dall’esclusività di questa supercar e il perché è presto detto. Secondo quanto riferito proprio da Sotheby's, infatti, la Koenigsegg CCR all'incanto è l'esemplare mostrato a Ginevra nel 2004 e più volte utilizzato come soggetto per le foto realizzate dalla Casa svedese da destinare alla stampa. Insomma, una vera diva!

Qualche dato in più

Tuttavia, oltre ad avere un curriculum da star dei riflettori, la CCR in questione vanta anche una dotazione tecnica di tutto rispetto. Avvolto nel telaio in fibra di carbonio e nella scocca in Lava Orange, infatti, c’è un motore V8 biturbo da 4,6 litri e 806 cv – potenza tale da essere riuscita a togliere il trono dell’auto di serie più veloce mai costruita alla McLaren F1 - sospensioni sospensioni a quadrilatero regolabili elettronicamente, impianto frenante da record (da 100 a 0 km/h in soli 31 metri!), scarico in titanio e un’aerodinamica migliorata rispetto alla CC86 da cui prende molte delle sue caratteristiche. Un upgrade, quest’ultimo, capace di creare una deportanza significativamente maggiore sulla Koenigsegg CCR.

Pochissimi chilometri

Immatricolata per la prima volta il 23 maggio 2006, nel 2009 la CCR con numero di telaio “7011” aveva percorso appena 1.150 chilometri. Dato salito a 2.347 nei successivi dodici anni e che ad oggi la rende una delle proposte più affascinanti e rare dell’asta milanese del prossimo 15 giugno.

McLaren F1, raro esemplare rosso fiammante in vendita

  • Link copiato

Commenti

Leggi auto.it su tutti i tuoi dispositivi