Car of the YearOrganizzatore italiano del premio
The Car of the Year

Seat Leon TGI, la hatchback a metano alla prova

Seat Leon TGI, la hatchback a metano alla prova

Con la nuova Seat Leon TGI, la Casa spagnola offre una inedita versione a metano della sua hatchback di punta, con buone prestazioni e consumi ed emissioni contenuti

di Cesare Cappa

10 maggio

Nonostante la parola d'ordine sia elettrificazione, ci sono Case che non precludono ad alcuna possibilità in termini di alimentazioni. Il buon esempio lo dà Seat, che porta sul mercato pure l'edizione a metano di Leon. Dopo la presenza delle versioni benzina, Diesel, mild hybrid benzina e plug-in hybrid benzina. Un pieno di soluzioni che dovrebbe offrire a chiunque una valida alternativa alla proprie esigenze.

L'ultima della lista è proprio la nuova edizione TGI, sigla che distingue appunto l'alimentazione a metano. Che, ricordiamo, nel caso di Seat è del tipo monovalente. Nel senso che il serbatoio di benzina è funzionale solo per raggiungere il distributore di metano più vicino, essendo questo il combustibile principale con cui “muovere” la vettura.

Seat Leon, arriva il nuovo motore 2.0 TSI da 190 cv

Nuova Seat Leon: FOTO

Nuova Seat Leon: FOTO

La quarta generazione arriva sul mercato italiano. Sarà benzina, Diesel, mild hybrid, plug-in hybrid e a metano.

Guarda la gallery

Meccanica a metano collaudata

Il fronte prestazionale della nuova Seat Leon TGI è di fatto lo stesso che interessa altre vetture del Gruppo, come Golf e A3, formato da un motore di 1,5 litri sovralimentato, identificato con la dicitura TGI. Nello specifico sviluppa 130 cavalli di potenza massima e 200 Nm di coppia motrice. Valori sufficienti per spingere la media di Martorell sino alla soglia dei 203 km/h. Un dato che si conferma sia nell'edizione equipaggiata di cambio manuale a sei rapporti, sia in quella provvista di doppia frizione DSG a 7 marce. Quest'ultimo è anche l'unica tipologia di trasmissione disponibile nel caso preferiate la carrozzeria wagon (la Sportstourer) a quella a cinque porte.

Il motore di Leon TGI è caratterizzato dal ciclo Miller (quindi non ciclo Otto). Sistema che ha un rapporto di compressione più basso rispetto al rapporto d'espansione. Una scelta tecnica funzionale all'impiego del metano. A tal proposito sono presenti in vettura tre serbatoi con un volume netto complessivo di 17,3 kg, che dovrebbero assicurare un’autonomia di 440 km. Dato che sostanzialmente deriva dai consumi dichiarati: si parte da 5,7 - 6,3 m3/100 km per la versione abbinata al cambio manuale, si passa a 6,0-6,6 m³/100 km per quella con cambio DSG 7 rapporti e si arriva a 6,0 – 6,7 m³/100 km per la Sportstourer. Autonomia a cui bisogna sommare i 9 litri di benzina, così il range potrebbe attestarsi intorno ai 600 km.

Dato altrettanto interessante, sono ovviamente le emissioni di CO2. La nuova edizione di Leon, a seconda del cambio e della versione, emette 102 – 112 g/km, 107-118 g/km e 108 – 120 g/km. Valori riferiti rispettivamente alla 5 porte manuale, alla 5 porte automatica e alla station wagon.

Seat Leon e-Hybrid, la prova

Hatchback brillante e sostenibile

Il piglio c'è, qualche cavallo in più non avrebbe guastato, ma di fatto è un'auto pensata per macinare chilometri. Un compito che la Seat Leon TGI porta a termine senza alcuna difficoltà. Il potenziale di questa vettura è cosa nota. La dinamica di guida, sebbene l'auto sia reattiva e pronta ai comandi di chi siede al volante, è votata al comfort.

Il compatto 1.5 non necessiterebbe di un valore più alto in termini di Nm, ma giusto per affrontare con maggiore serenità le salite. Considerazioni che nel complesso non intaccano il giudizio positivo della vettura. Non solo piacevole da guidare, ma pure ricca di spunti alla voce infotainment. La multimedialità a bordo è un dato di fatto e una volta che ci si è impratichiti con il display touch, tutto sembra molto più semplice che in apparenza. In edizione sportiva FR, è possibile acquistarla in concessionaria ad un prezzo di 23.000 euro.

Seat Leon e-Hybrid plug-in, compagna di viaggio per ogni occasione

  • Link copiato

Commenti

Leggi auto.it su tutti i tuoi dispositivi