Le linee grintose della Toyota Corolla 5 porte sono la conferma concreata di come la Casa delle tre ellissi ha imboccato un nuovo corso stilistico, fatto di auto ricche di personalità. Basti pensare alla CH-R, con cui la Corolla condivide il pianale, ma con il passo qui aumentato di 4 cm, a tutto vantaggio dell’abitabilità. Con la Corolla, i giapponesi hanno affrontato anche un’altra sfida non da poco, sempre sul fronte del design: dare alla compatta a 5 porte una sorella wagon che non fosse da meno.

Per questo motivo, abbiamo deciso di proporre questo confronto, per certi versi, inusuale: la compatta contro la familiare. Bene, iniziamo col dire che la sfida di realizzare una wagon all’altezza di una compatta così ricca di personalità è stata superata molto bene. La Corolla Touring Sports, non solo possiede tutti i connotati per piacere, ma ha anche le carte in regola per porsi come punto di riferimento del segmento. Sia sul piano dello stile sia sul fronte dei contenuti. In più gioca l’asso di un sistema di propulsione ibrido che merita la lode per efficienza, frutto di un processo continuo: lo Corolla monta infatti una nuova batteria agli ioni di litio che rende il suo sistema ibrido ancor più efficace di quello, già molto avanzato, della CH-R.

Una guida molto dinamica

Appagante è la parola che viene in mente, quando si sfruttano i 180 cv delle versioni 2.0 litri oggetto della nostra prova. Emerge infatti un carattere piacevolmente grintoso, l’erogazione della potenza è infatti fluida, come fluido è il passaggio dalla propulsione elettrica a quella a benzina. Tutto ciò induce a sfruttare la cavalleria ben supportata da un assetto bello piatto, che si traduce una notevole precisione di guida, molto appezzata quando, nei percorsi ricchi di curve, la precisione in inserimento di questa vettura emerge in modo evidente.

Sul misto, inoltre, si nota anche quanto è preciso e diretto lo sterzo. Pronta è la risposta del cambio a variazione continua, col motore che sale molto quando si chiede la massima potenza. La versione wagon non è da meno, malgrado lunghezza e passo maggiori.

Efficienza dell'ibrido

La Toyota non è solo la prima Casa che ha messo in vendita un’auto a propulsione ibrida, nell’era moderna. Era il 1997, quando arrivò la Prius, a titolo di curiosità aggiungiamo che esperimenti si erano visti un secolo prima. La Casa delle tre ellissi ha iniziato ad investire appena si sono intraviste le potenzialità di questa scelta, in termini mobilità sostenibile e di risparmio sui consumi, e ha continuato a investire per non vanificare i vantaggi di essere partiti prima.

Il risultato pratico di oggi è che la Corolla può contare su consumi davvero contenuti. Una media generale attorno ai 22 km/litro è davvero a portata di mano, anzi di piede, purché attento. Il grande display da 10 pollici si può settare sulla funzione che visualizza il funzionamento del sistema ibrido, così da capire, momento per momento, come sta lavorando il recupero di energia e l’ottimizzazione del supporto del motore elettrico. E’ talmente chiaro che anche chi è digiuno di sistemi ibridi, in breve, può capire come togliergli delle soddisfazioni... quando si ferma dal benzinaio. E’ evidente che per ragioni di peso, specie nei percorsi urbani con molti stop and go, la più leggera 5 porte è in vantaggio sulla wagon.

Sobria eleganza all’interno

L’abitacolo, realizzato con materiali di qualità, punta sulla concretezza, come concreto è l’elevato livello di comfort, merito dell’ottima insonorizzazione e delle sospensioni che as- sorbono bene le asperità. La strumentazione è digitale con schermo da 7 pollici, sulla Style e sulla Lounge. Al centro della plancia, troviamo il touch screen display da 8 pollici, a colori, collegato col il sistema multimediale Toyota Touch. Rilevante è poi il salto a livello di contenuti tecnologici. Troviamo infatti di serie il Toyota Safety Sense 2.0 con precollisione, cruise control adattivo, avviso superamento corsia, riconoscimento segnaletica stradale, manteni- mento attivo della corsia e rilevatore di angoli ciechi con assistenza all’uscita del parcheggio.

Quale scegliere

Un grosso aiuto, se si hanno dubbi lo offre il listino. La differenza di prezzo tra 5 porte e wagon, a parità di motore e allestimento è di 1000 euro, con questa somma si ha più spazio, più capacità di carico, se ne avete bisogno puntate sulla lunga.