La situazione attuale di emergenza ha costretto anche il brand Citroën ad adottare misure straordinarie, ma il costruttore che lo scorso anno ha festeggiato i suoi primi cento anni sa comunque come reagire, probabilmente prendendo spunto dagli insegnamenti proprio del fondatore André Citroën.

Con Marco Antonini, Direttore Generale Citroën Italia, analizziamo come il marchio francese, che ha concluso un 2019 in crescita come ha iniziato questo 2020 “Citroën Italia ha confermato a febbraio l’andamento positivo con cui ha iniziato l’anno. Grazie a oltre 19 mila immatricolazioni, tra vetture e veicoli commerciali, abbiamo raggiunto la quota di mercato del 5,5%, +0,7% rispetto alla chiusura del 2019. Tra le autovetture siamo al 5,3%, (+0,8). E il dato di cui siamo particolarmente soddisfatti è che circa il 55% delle vendite di autovetture è stato realizzato all’interno del canale dei privati, in controtendenza rispetto al mercato. Per quanto riguarda i modelli più venduti, Citroën C3 si conferma la nostra best-seller con quasi 6.700 immatricolazioni. La gamma Suv Citroën, composta da C3 Aircross e C5 Aircross, continua a riscuotere grande consenso da parte dei clienti italiani".

Offensiva elettrica

Anche per Citroën l’elettrificazione delle sue vetture per rispondere alle esigenze dei clienti e alle nuove normative d’inquinamento è una scelta quasi obbligata e per il marchio francese le novità non mancano.

"Si, il 2020 segna l’inizio della nostra offensiva nel mondo dell’elettrificazione che ci porterà entro il 2025 a proporre su tutta la gamma un’offerta elettrificata, che sia 100% elettrica o ibrida plug-in, in aggiunta ai motori termici performanti. Il primo prodotto che entrerà in campo è il nostro Nuovo Suv C5 Aircross Hybrid, la versione ibrida plug-in che abbina i 180 cv del motore termico agli 80 kW del motore elettrico, per una potenza complessiva di 225 cv, in grado di sviluppare 320 Nm di coppia disponibile. Offre una grande versatilità di utilizzo: il piacere della guida in modalità elettrica per i tragitti quotidiani, con 55 km di autonomia elettrica in ciclo WLTP, che permette l’accesso alle zone urbane a traffico limitato, si unisce alla libertà di guidare in modalità termica in qualsiasi momento per i tragitti più lunghi. Dunque la nostra offensiva di elettrificazione riguarderà le autovetture così come i veicoli commerciali. Una strategia dettata dal rispetto delle norme e da una logica etica che vuole fare tutto ciò che è possibile per ridurre le emissioni nocive nell’aria.”

Nuovi modelli

L’altra grande novità di Citroën, la nuova C3. "Arriverà sul mercato nella seconda metà dell’anno e si tratta dell’evoluzione della best seller di Citroën, venduta complessivamente in quasi 4,5 milioni di esemplari. L’auto che ha dato nuovo slancio alla marca nel 2016 ha conquistato oltre 750.000 clienti nel mondo, di cui circa 127.000 in Italia, dove a fine 2019 è stata la terza berlina più venduta e seconda nel suo segmento. Ora, con il nuovo modello, prosegue la sua offensiva in un segmento molto concorrenziale, soprattutto in Italia".

Nuova Citroën C3

Su nuova C3, allo stile audace del nuovo frontale si aggiungono nuovi proiettori a LED, nuovi cerchi in lega, nuovi Airbump®, per un look energico. Per permettere a ognuno di creare l’auto che maggiormente rifletta il proprio stile, l’offerta di personalizzazione di Nuova C3 passa da 36 a 97 combinazioni di colori. In più l’esperienza unica di comfort a bordo, con i nuovi sedili Advanced Comfort, un’anteprima assoluta nel segmento. Le tecnologie di assistenza alla guida arrivano a quota 12 per una connettività di alto livello. Equipaggiamenti che facilitano la vita di tutti i giorni. Infine, motorizzazioni termiche efficienti che abbinano alte prestazioni ed emissioni ridotte.

Elettrificazione

Una delle novità di Citroën per la mobilità urbana è Ami -100% ëlectric, una vettura accessibile e facile per tutti. Mezzo anticonformista, compatto e agile che semplifica la guida cittadina, facile da posteggiare, si guida senza patente, dai 14 anni. Il motore elettrico ha una batteria di 5,5 kWh per un’autonomia di 70 km e una velocità massima di 45 km/h: si ricarica con a 220 Volt in 3 ore. "Pensiamo a soluzioni di utilizzo personalizzate per Ami -100% ëlectric - spiega Antonini - per soddisfare ogni esigenza, a breve o lungo termine, da un minuto a un anno o più, dal car-sharing al noleggio. Un’esperienza totalmente digitale per scoprire, configurare e ordinare on-line 24h/24, 7g/7". 

Veicoli commerciali

Per Citroën l’elettrificazione va estesa anche ai veicoli da lavoro come ci racconta Antonini. "Sul mercato abbiamo registrato buoni risultati con i veicoli commerciali leggeri: 2.150 immatricolazioni e quarta posizione sul mercato, grazie a Berlingo Van e Jumpy, stabili entrambi al 3° posto nel loro segmento. E anche tra i veicoli commerciali proporremo soluzioni elettrificate: quest’anno arriva la versione 100% elettrica di Jumpy e poi, nel 2021 anche Berlingo Van avrà il suo full electric. Per offrire anche ai professionisti diversi vantaggi: comfort, costi di utilizzo controllati, accessi a zone Ztl, consegne “dell’ultimo miglio” ed e-commerce".

Scopri qui la gamma Citroën