I dati sui contagi da Covid-19 sono sempre più confortanti man mano che i giorni passano. Ma l’attenzione alle misure di distanziamento sociale è sempre massima. In quest’ottica, molti cittadini stanno preferendo muoversi con i mezzi privati piuttosto che con quelli pubblici. Per agevolare gli spostamenti in un momento così delicato molte città hanno deciso di aprire le zone a traffico limitato. Tra queste spicca Roma, che, come ha annunciato la sindaca Virginia Raggi, lascerà aperte alla circolazione il centro fino alla fine di agosto.

Immatricolazione telematica obbligatoria dal 1° giugno

Accesso libero per l'estate

Le zone interessate al provvedimento sono quelle di Trastevere, Tridente e Centro Storico. La circolazione resterà libera per tutti fino al 30 agosto, quando i varchi verranno riattivati ricreando di fatto le ZTL. “Lo abbiamo fatto – ha spiegato la Raggi in un post su Facebook - per agevolare gli spostamenti in città durante questa fase delicata. Una misura che va incontro anche alle richieste dei cittadini e dei commercianti".

La decisione è stata figli anche della ridotta capienza dei mezzi pubblici a causa delle norme anti-Covid, dimezzata per via dell’alternanza dei posti al fine di garantire il distanziamento sociale. "Dobbiamo sostenere i romani e i nostri imprenditori. Abbiamo infatti cercato di facilitare le tante persone che lavorano in centro e le attività commerciali che, da pochi giorni, hanno rialzato le serrande per ricominciare” ha spiegato la sindaca, che poi ha rimarcato come la Capitale stia cercando soluzioni di mobilità alternativa: “Solo pochi giorni fa sono arrivati a Roma nuovi operatori di sharing elettrico" ha concluso.