Prima la T-Roc, poi la T-Cross, ora la T-Prime. Nella Città Proibita Volkswagen anticipa un'altra importante tassello del mosaico che sarà completato entro il 2020, quando ci saranno sul mercato ben sette sport utility targate Wolfsburg. La prima è stata la nuova Tiguan, poi toccherà al lancio simultaneo dei crossover su base Golf e Polo. T-Prime Concept GTE è un SUV "full size" da 5 metri di lunghezza, un probabile anticipo della nuova generazione di Touareg, equipaggiato con un sistema ibrido plug-in da 381 cavalli, trazione integrale permanente 4Motion e cambio automatico "by wire" a otto rapporti da controllare tramite un "mouse" in vetro. E non si tratta dell'unica novità tecnologica: l'abitacolo, allestito per ospitare quattro passeggeri in un confortevole salone, è equipaggiato con un nuovo sistema di infotainment e comandi gestuali e vocali con un touchscreen dalla superficie curva, la Curved Interaction Area, che integra cruscotto digitale (l'Active Info Display da 12") e display da 15 pollici sulla plancia. Anche il volante è touch: addio tasti, il guidatore controlla le funzioni tramite sfioramento della superficie esattamente come sullo schermo di uno smarphone. Infine, per l'intrattenimento dei passeggeri dei sedili posteriori sono previsti uno schermo da 9.6" integrato nel prolungamento della console centrale e due tablet da 10,1" dove visualizzare film o altri contenuti multimediali. 

La propulsione, come accennato, è garantita da un sistema ibrido plug-in che abbina un motore turbo benzina quattro cilindri TSI di 2.0 litri e un motore elettrico, per una potenza complessiva di 381 cavalli e una impressionante coppia di 700 Nm. Le prestazioni si annunciano interessanti: Volkswagen dichiara uno scatto 0-100 km/h in 6 secondi netti e una velocità massima di 224 km/h a fronte di consumi, nel ciclo misto, di 2,7 litri per 100 km anche grazie a un'autonomia in modlità elettrica di 50 km. L'arrivo sul mercato della nuova generazione di Touareg è previsto tra la fine del 2017 e l'inizio del 2018. 

Nuova Volkswagen Tiguan, la prova sulla neve