Ormai siamo più che abituati alla cancellazione (o al rinvio) dei saloni auto a causa della pandemia da Covid-19. Cosa si dice negli Stati Uniti? Le ultime notizie riguarda il salone di Detroit: annullata l’edizione 2020, si pensa a quella dell’anno prossimo che doveva inizialmente tenersi in estate. Cambio di programma, invece. Gli organizzatori hanno optato per l’autunno, spostando l’evento tra la fine di settembre e i primi 10 giorni di ottobre del 2021.

Cerchi un'auto usata? Sfoglia il nostro listino

I motivi

Come spiega Rod Alberts, direttore esecutivo del North American International Auto Show (Naias), “abbiamo parlato con molti dei nostri partner, in particolare i produttori automobilistici, e sono pienamente d'accordo ed entusiasti del cambio di data”. Il Salone di Detroit, si legge nella nota rilasciata, rimarrà un evento autunnale dopo la prima edizione della nuova serie nel prossimo settembre, evitando di sovrapporsi al nuovo IAA di Monaco (ex Salone di Francoforte) che è programmato per la prima settimana dello stesso mese. “La nostra responsabilità come organizzatori di un Salone dell'auto - ha precisato Alberts - è quella di offrire un palcoscenico globale per i prodotti di oggi e le innovazioni di mobilità di domani. Settembre è un ottimo periodo dell'anno per i nuovi prodotti e, allo stesso tempo, stempera le sfide che comporta un calendario di Saloni primaverili ormai affollato”.

Milano Monza Open-Air Motor Show 2020, è tutto pronto

Un nuovo format

Tra le novità per il Naias c’è anche il cambio format. La formula adottata è ormai piuttosto sdoganata tra le manifestazione del settore: un salone anche all’aperto, in varie aree della città di Detroit, con ampio spazio alle nuove forme della mobilità.

Salone di Los Angeles, il Coronavirus lo fa slittare a maggio 2021