Guarda al futuro Kia. Lo fa con un concept emozionale, proporzioni da shooting brake e linee filanti, che trasudano sportività. Kia Proceed Concept farà la prima uscita in pubblico al Salone di Francoforte, occasione buona per saggiare le reazioni del pubblico e indirizzare le scelte stilistiche dei modelli che saranno. Proceed richiama per certi versi, nel nome, la compatta Kia cee'd nella sua versione più sportiva. Non a caso tre porte, non a caso con una linea di cintura rastremata. 

«Con tanti guidatori europei che cercano alternative prestazionali alle sportive 3 porte, abbiamo iniziato a pensare a un diverso modello per la famiglia cee'd. La Proceed Concept rappresenta una nuova coraggiosa visione di come l'animo vibrante della pro_cee'd potesse essere reincarnato e rivitalizzato per una nuova generazione di guidatori orientati alla prestazione». Così Gregory Guillaume, capo designer Europa di Kia. Grossomodo cinquecento metri corrono dal centro stile europeo di Kia e il salone di Francoforte. 

Il muso resta fedele al "naso di tigre", con un andamento spiovente e superfici morbide, che si estendono sulla fiancata con l'unica importante nervatura sul cofano, a sfumare sotto una linea di cintura alta. La proporzione tra carrozzeria e superfici vetrate è, come esigono le migliori proporzioni sportive, a vantaggio della prima. Fiancata con i cerchi da 20 pollici in bella mostra, le maniglie a raso con la carrozzeria, l'elaborata scalfatura sotto le portiere, con inserto in carbonio e firma luminosa, la stessa che incornicia l'arco dei finestrini. Ribattezzata Luminline, si accende per "salutare" l'arrivo del guidatore.

L'assenza del montante centrale contribuisce alla pulizia estetica, è il montante C a prendersi così la scena: una pinna di squalo con il logo GT e inclinata in avanti, a seguire la rastremazione del padiglione verso la coda.