Non solo Supra, a Ginevra, per Toyota. Il concept della sportivissima coupé verrà declinato in una proposta corsaiola, aspettando il lancio della coupé stradale. E' il modello che darà lustro toccando le note delle prestazioni e rievocando un nome storico. C'è altro (e tanto), oltre il lato sportivo sullo stand del marchio. C'è un piano di espansione dell'elettrificazione che porterà, entro il 2023, ad avere l'80% dei modelli Toyota venduti in Europa, negli USA e in Cina con unità motrici della famiglia TNGA – Toyota New Global Architecture.

Contenuti che proporrà, anzitutto, nuova Toyota Auris. Prima mondiale al Salone per la berlina di segmento C, una generazione che porterà in scena il rinnovato sistema full hybrid, che non limita le novità nella cilindrata dell'unità termica, 2 litri rispetto all'attuale 1.8 litri. Sono tutti i componenti ad aver ricevuto un'evoluzione. Andranno sotto il cofano di un progetto dal design che si annuncia con maggior personalità, come traspare dal teaser. Le spigolosità della carrozzeria e dei gruppi ottici si abbinano alla linea di cintura ad arco, con una linea del tetto dall'effetto sospeso nelle versioni bicolore.

L'attesa del nuovo design è accompagnata da un dettagliato elenco di innovazioni apportate a motore e trasmissione. Il 2 litri benzina aspirato verrà impiegato, su più modelli della gamma Toyota, tanto nella declinazione a sé che in quella elettrificata, parte del Toyota Hybrid System di seconda generazione. L'efficienza termica del sistema ibrido raggiunge il 41% (40% il solo motore benzina) e sarà in grado di sviluppare una potenza di 144 cavalli e 180 Nm, valori supportati dai due motori elettrici del sistema ibrido, tutt'uno con la trasmissione CVT.

I numeri della parte elettrica del Toyota Hybrid System II dicono di una potenza massima di 109 cavalli e 202 Nm di coppia motrice, esprimibili dalle unità alimentate dal pacco batterie che conferma la composizione chimica delle celle in nichel metallo idruro, un amperaggio invariato a 6,5 Ah, ma dimensioni e peso inferiori, nonostante l'incremento a 180 celle (12 in più) - voltaggio superiore, 216v (+14,4v) -. L'intero sistema elettrico, in simbiosi con il motore termico, è più leggero anche per la razionalizzazione del cablaggio. 

Su nuova Toyota Auris Hybrid, la strategia di funzionamento del sistema ibrido anticipa un ricorso maggiore alla potenza elettrica, rispetto all'unità termica, nelle fasi di accelerazione, per assicurare una progressione più vigorosa e continua, anticipano i tecnici del marchio nipponico. A sovrintendere il funzionamento del sistema ibrido arriva una nuova unità di controllo della potenza, posta sopra il complesso motori elettrici-trasmissione, dal raffreddamento ottimizzato e dimensioni compattate del 20%, nonché alleggerita del 10%.

L'alternativa al cambio CVT, parte fondante dello schema ibrido Toyota, sarà, su Auris e non solo, una trasmissione manuale 6 marce più leggera di 7 kg, più corta di 24 millimetri e in grado di supportare valori di coppia motrice fino a 280 Nm. Trasmissione sviluppata con in mente le esigenze degli automobilisti europei.