Nissan IMk, ovvero, come muoversi nella giungla urbana occupando poco poco e inquinando zero. Al Salone di Tokyo 2019 saranno 14 le proposte Nissan in scena, con il concept ad anticipare gli stilemi delle future elettriche del marchio.

Dimensioni che saranno da ultra-citycar e l’hi-tech a garantire una pulizia assoluta delle superfici: gli specchietti? Rimpiazzati dalle telecamere. Le maniglie delle portiere? Curiosità per scoprire l’interfaccia ad alto tasso di “wow”.

Gli stilemi futuri saranno all’insegna di questa essenzialità, ribattezzata da Nissan come “futurismo minimalista giapponese”.

PROPILOT 2.0 E SKYLINE GUIDA SOLA

Per uno sguardo al futuro, a Tokyo il marchio porterà in scena la Leaf e+ con batteria da 60 kWh e 385 km di autonomia di marcia. Il sistema ProPilot della compatta elettrica diventa, su Nissan Skyline, ProPilot 2.0.

L'evoluzione consente al guidatore di delegare il controllo del veicolo all’elettronica – automazione del tipo “hands off”, senza l’obbligo di dover tenere le mani sul volante – su determinati tratti ndividuati di autostrada. Berlina spinta dai 400 cavalli del motore 3 litri V6.

Cubatura da 3.8 litri, invece, per Nissan GT-R Nismo 2020 e la versione speciale celebrativa dei 50 anni di storia del modello. I turbocompressori della GT-R da corsa, Classe GT3, utilizzati nel 2018 finiscono sotto al cofano della supersportiva stradale, aggiornata con nuovi freni carboceramici, elementi in fibra di carbonio sulla carrozzeria, sedili Recaro con guscio in fibra: misure buone a ridurre il peso di 30 kg.

Leggi anche: GT-R 50th Anniversary e Nismo 2020 debutto a New York

Tra i 14 modelli sullo stand Nissan, spazio anche al monovolume Serena nella versione e-Power, l’ibrido a trazione sempre elettrica.