Car of The Year 2022, le finaliste: Kia EV6

Car of The Year 2022, le finaliste: Kia EV6

Il Gruppo coreano sfrutta appieno la nuova piattaforma E-GMP specifica per vetture elettriche con la Kia EV6, che offre due motori per 325 cv e trazione integrale, oltre a tante interessanti particolarità anche dentro l'abitacolo

di Maurizio Voltini

23 febbraio

L'evoluzione delle vetture elettriche sta finalmente convogliando verso modelli che guardano al futuro in modo funzionale, anziché forzare design eccessivamente futuristici come troppo spesso accaduto nel recente passato. Lo dimostra la Kia EV6 protagonista di questa prova: una vettura a trazione 100% elettrica che non rinuncia a una linea assolutamente personale e anche un po' “muscolosa” senza tuttavia risultare bizzarra. Ma che soprattutto offre molte particolarità, specialmente all'interno dell'abitacolo, tali da farla distinguere senza per questo venir meno alla funzionalità e all'abitabilità, anzi.

In tutto questo crediamo non sia per nulla secondario l'adozione del nuovo pianale E-GMP (sta per Electric-Global Modular Platform) che il Gruppo ha progettato specificatamente per le sue prossime auto a emissioni zero. Un pianale che ha permesso di implementare parecchie funzionalità e probabilmente di pensare anche a quanto potesse effettivamente servire per guidatore e occupanti senza indulgere in frivolezze.

Kia EV9 Concept, da Los Angeles anticipa il futuro Suv

Kia EV6 GT

Kia EV6 GT

Il crossover elettrico della Casa sudcoreana è stato ufficialmente svelato. Realizzato sulla piattaforma E-GMP (la stessa di Ioniq5), presenta un design che rispecchia la nuova filosofia del Marchio Kia, Opposites United, una scelta che raggruppa tutti i nuovi modelli elettrici in un unico filone estetico

Guarda la gallery

Kia EV6, doppio motore e prestazioni elevate

Analizzando il tutto dal punto di vista meccanico, per cominciare troviamo un powertrain “doppio”: a differenza della versione RWD da 229 cavalli, questa AWD aggiunge un motore elettrico anteriore a quello posteriore, potendo così addizionare 100 cv ai 225 già disponibili sull'asse dietro, per un totale di 325 cv e di ben 605 Nm di coppia motrice. Una spinta considerevole che permette di accelerare da zero a cento orari in un tempo ancor più rapido dei 5,2 secondi promessi ufficialmente: 4”85 il valore che abbiamo registrato “dal vero”. Mentre la velocità massima è arrivata a sfiorare i 190 km/h e pure la ripresa è fulminea (3”33 per passare da 80 a 120 km/h) a garanzia di sorpassi senza troppi pensieri. Questo ovviamente nella modalità Power, selezionabile al volante in alternativa a Normal ed Eco.

A ciò si aggiunge che i due motori presenti lavorano e interagiscono in modi differenti a seconda della situazione e dell'accelerazione richiesta (in certi casi funziona il solo motore posteriore) e anche a seconda delle quantità di frenata rigenerativa selezionata. Ricordiamo infatti che sulle Kia elettriche è possibile scegliere “al volo”, tramite palette dietro al volante, il grado di recupero di energia in rilascio: sono offerti tre diversi livelli di “forza” rigenerativa, più un quarto ulteriore che permette di arrivare a fermarsi senza utilizzare il freno, la funzione “i-Pedal”. La piattaforma pensata esclusivamente per la trazione elettrica ha inoltre permesso di poter ospitare un pacco batterie che arriva a ben 77,4 kWh, quello definito “ad elevata autonomia” dato che la EV6 RWD dispone anche della variante a 58 kWh.

Il resto della prova è in edicola sul numero 3 di Auto, oppure qui in edizione digitale.

  • Link copiato

Commenti

Leggi auto.it su tutti i tuoi dispositivi