Auto dell’Anno 2024, ecco le finaliste

Auto dell’Anno 2024, ecco le finaliste

BMW Serie 5, BYD Seal, Kia EV9, Peugeot 3008, Renault Scénic e-Tech Electric, Toyota CHR e VolvoEX30 sono le magnifiche del The Car of The Year 2024

di Andrea Brambilla

27 novembre

Sono BMW Serie 5/i5, BYD Seal, Kia EV9, Peugeot 3008, Renault Scénic e-Tech Electric, Toyota C-HR e Volvo EX30 le sette finaliste del premio The Car of The Year 2024 che verrà assegnato dalla giuria composta da 59 giornalisti di 23 nazioni europee il prossimo 26 febbraio. Le sette vetture sono state selezionate dagli stessi giornalisti su una rosa di 29 vetture presentate nel corso di questo 2023. Una scelta certamente non semplice visto le numerose vetture interessanti presentate dalla diverse Case auto negli ultimi mesi. Analizzando queste finaliste ci rendiamo conto che sono quasi tutte vetture elettriche o anche elettriche ad esclusione della Toyota C-HR che ha la motorizzazione hybrid o plug-in. Se in Europa il mercato dell’auto elettrica è fermo da alcuni mesi al 15% e in Italia sfiora il 4% del venduto la visione dei giurati dell’Auto dell’Anno guarda molto al futuro della transizione della mobilità. E’ però anche vero che sia la BMW Serie 5 che la Peugeot 3008 sono previste anche con propulsore endotermico ibrido.

The Car of The Year 2024, le finaliste

The Car of The Year 2024, le finaliste

BMW Serie 5/i5, BYD Seal, Kia EV9, Peugeot 3008, Renault Scénic e-Tech Electric, Toyota CHR e VolvoEX30, ecco le sette finaliste dell'Auto dell'Anno 2024

Guarda la gallery

La maggioranza sono Suv

Altra considerazione da fare è che ad esclusione delle berline di BMW e BYD le altre vetture sono tutte dei Suv, a conferma che questa tipologia di auto resta il segmento più interessante del mercato europeo. La BMW Serie 5/i5 ha convito i giurati per il suo elevato grado di tecnologia a bordo e per un design decisamente innovativo per una berlina di grandi dimensioni che se non è proprio l’ammiraglia della Casa di Monaco, la Serie 7 è più grande, le dimensioni di oltre 5 metri la pongono in quella fascia di vetture lusso di grande impatto. Scorrendo la lista delle sette candidate notiamo che Kia si ripresenta nuovamente, ed è il terzo anno consecutivo, con una vettura BEV di grandi dimensioni dopo aver conquistato nel 2022 il premio con la EV6.

La prima volta di un brand cinese

Tra le novità da registrare il primo ingresso tra le finaliste di una vettura di un brand cinese, la BYD Seal. E’ vero che la maggioranza di Volvo è la cinese Geely Holding Group, ma per noi resta un brand dalle forti radici europee. Il brand BYD è quindi il primo colosso dell’automotive cinese presente in Europa ad entrare con una vettura nella prestigiosa rosa delle sette candidate a The Car of The Year. La Seal è anche una vettura che ha conquistato i giurati per il suo livello qualitativo e tecnologico ed è una seria contendendo al primato di vendite della Tesla Model 3. La Peugeot 3008 è la prima vettura di Stellantis realizzata sulla nuova piattaforma STLA Medium, quella dove nasceranno le nuove auto del gruppo di medie dimensioni con la possibilità di diverse alimentazioni, elettriche e ibride. La  Renault Scénic e-Tech Electric conferma la scelta del Gruppo francese capitanato da Luca de Meo di puntare molto sulle vetture a zero emissioni. Pensata per la famiglia come la Peugeot 3008 dispone di una batteria che permette una grande autonomia. I due modelli di Peugeot e Renault sono molto simili nella filosofia e, usando un termine calcistico, si marcano stretti.

Il motore endotermico resiste

Toyota C-HR invece conferma che per la Casa giapponese il motore endotermico è ancora una realtà su cui puntare anche se ovviamente hybrid e a breve anche hybrid plug-in. La seconda generazione del Suv coupé compatto, che nella precedente versione dal 2016 è stato venduto in Italia in 90.000 esemplari, pur mantenendo delle caratteristiche simili ha una linea molto più dinamica e di chiara indole sportiva. Ultima, solamente in ordine alfabetico, la Volvo EX30 ha conquistato i giurati per le sue qualità di guida e per l’autonomia di oltre 400 km il tutto con un prezzo molto simile a quello vetture con motori endotermici. Di fatto è la prima Volvo che nasce dalla nuova piattaforma per auto elettriche.

Le grandi escluse

Scegliere sette candidate su 28 modelli obbliga ovviamente a creare delle grandi escluse. Quest’anno il “taglio” è costato ad auto come la nuova Fiat 600, Honda ZR-V e Smart #1 ma anche alla Hyundai Kona e a Volkswagen con la ID. 7.

I nostri appuntamenti

Il magazine Auto, come accade da diversi anni, organizzerà l’esposizione delle sette vetture finaliste con la possibilità per gli appassionati di provarle.Le tappe saranno: 26/28 gennaio a Milano CityLife in Piazza Tre Torri; il 9/11 febbraio a Cortina d’Ampezzo in Corso Italia; il 23/25 febbraio a Courmayeur. L’elezione della vincitrice di The Car of The Year 2024 avverrà il 26 febbraio in occasione del rinato Salone dell’Auto di Ginevra.

E come sempre...che vinca la migliore!

  • Link copiato

Commenti

Leggi auto.it su tutti i tuoi dispositivi

Auto, copertina del meseAuto, copertina del meseAuto, copertina del mese