Alfa Romeo, in mostra a Parigi i gioielli della Mille Miglia e Targa Florio

La RL Super Sport MM del 1927 e la 33 TT 12 del 1975 saranno affiancate dalla gamma di serie del Biscione. L'esposizione "L'amore per le corse" ripercorre la presenza Alfa, Maserati e Fiat nelle due gare entrate nella leggenda

26 settembre 2017

Mille Miglia e Targa Florio, corse nel Belpaese che hanno scritto pagine di storia dell'automobilismo. Gare iconiche che hanno visto trionfare Alfa Romeo, ben 10 successi del Biscione in quella che per gli appassionati è "a Cursa", 11 in 27 partecipazioni alla Mille Miglia. Rispolvera un passato glorioso, l'esposizione Per l'amore della corsa, presso il Motor Village FCA di Rond-Pont Champs Elysée a Parigi. In mostra modelli rarissimi, direttamente dal Museo Storico Alfa Romeo di Arese, come la RL Super Sport MM del 1927 e la 33 TT 12 del 1975

Alfa Romeo, a Parigi esposte le regine di Targa Florio e Mille Miglia

Alfa Romeo, a Parigi esposte le regine di Targa Florio e Mille Miglia

Protagoniste dell'esposizione "Per l'amore della corsa", dal 28 settembre al 21 novembre, presso il Motor Village Rond-Pont Champs-Elysée, saranno la 33 TT 12 vincitrice del titolo Costruttori Sport Prototipi nel 1975 e la RL Super Sport MM del 1927, vincitrice della Mille Miglia

Guarda la gallery

La prima, guidata da Arturo Mercanti e Carlo Sozzi, conquistò la Mille Miglia nel 1927. Un progetto firmato Giuseppe Merosi, quello dell'Alfa Romeo RL, prodotta in diverse declinazioni tra il 1922 e il 1927, anche in configurazione Targa Florio. Motore 6 cilindri in linea posto longitudinalmente all'anteriore, 3 litri di cubatura per 83 cavalli, così le corse negli anni Venti del secolo scorso. Una carriera sportiva che vedrà il progetto RL aggiudicarsi oltre 90 vittorie. Complessivamente si contano 393 esemplari nei 5 anni di produzione, i telai Super Sport sono 76.

Quasi 50 anni dopo, sulle strade della Targa Florio toccherà all'Alfa Romeo 33 TT 12 dettar legge. E' il 1975 e la vittoria arriva con Nino Vaccarella e Arturo Merzario, è la decima Targa per Alfa Romeo, in una stagione di dominio assoluto nel campionato del Mondo Sport Prototipi: sette vittorie in otto gare. Progettata dall'ingegner Carlo Chiti, la 33 adottava un telaio tubolare (ecco la sigla TT, sostituita poi dalla SC, a individuare le versioni con telaio scatolato) e un motore V12 3 litri da 550 cavalli, per una massa di appena 670 kg. Era l'epoca d'oro dei prototipi. 

Dal 28 settembre al 21 novembre si potranno ammirare a Parigi, insieme a foto storiche della Mille Miglia e della Targa Florio, firmate Giacomo Bretzel, nonché altre due perle dell'automobilismo nazionale, "prestate" da una collezione privata: la Maserati tipo 63 Birdcage, protagonista della Targa Florio nel 1961 e la Fiat Abarth 750 Coupé Zagato, vincitrice di classe alla Mille Miglia del 1957.

  • Link copiato

Commenti

Leggi auto.it su tutti i tuoi dispositivi