"Deux chevaux", "due cavalli". Ma chiamatela pure "Dodoche". Tutti, in Francia, la chiamano così. É un nomignolo affettuoso, perché tutti le vogliono bene. Citroen 2CV: se non è l'auto più famosa della storia francese, poco ci manca. La berlina che ha caratterizzato la storia automobilistica d'Oltralpe per quasi cinquant'anni, dal 1948 al 1990, vendendo milioni e milioni di esemplari.

La gamma Citroen: consulta il listino completo di Auto!

Una macchina durata così a lungo non può non aver vantato un'infinità di serie speciali, famose proprio come la vettura base. Tra di esse, la più potente di sempre compie, nel 2020, 40 anni. Ha un nome esotico, che rimanda allo sfarzo, la spensieratezza e il luccichio degli anni '20, ma nasce nel 1980 in 8.000 esemplari creati per soddisfare gli amanti 2CV della prima ora.

SERIE SPECIALE PURA COME LA PRIMA 2CV

Commercializzata al prezzo di 24.800 franchi, la Citroen 2CV Charleston ottiene presto un grande successo commerciale, come preventivato dalla Casa di Parigi. Perché? Perché innazitutto strizza l'occhio ai puristi mantenendo una linea anni '50, come la prima generazione della berlinetta, e, soprattutto, reinserendo i fanali anteriori tondi, "marchio di fabbrica" della 2CV. Viene lanciata con una sola motorizzazione, invariata nel corso degli anni: un 602cc da 29 cv a 5.750 giri/min. Dal punto di vista meccanico, presente uno schema di sospensioni dotato di molle elicoidali e freni a tamburo.

MODELLO DI SERIE: QUELLE VERNICIATURE STORICHE

Il successo della Charleston è tale che in casa Citroen, già a partire dal 1981, decidono di introdurla alla produzione di serie. E così, 2CV Charleston entra ufficialmente nella gamma del marchio, prodotta nello stabilimento di Levallois. Per quanto riguarda meccanica e motorizzazione, tutto invariato. Le differenze rispetto alla Charleston basica riguardano i fari, adesso cromati, e la trapuntatura a losanghe utilizzata per rivestire gli interni.

I primi modelli vengono lanciati in un'iconica colorazione Nero e Rouge Delage; nel 1982 arriverà poi la variante Giallo Hélios e Nero, mentre un anno dopo ecco il turno dell'accoppiata Grigio Nocturne e Grigio Cormoran.

L'ULTIMA 2CV DI SEMPRE É LEI

Ulteriore dato a impreziosire la storia della Charleston: ormai arrivata alla fine di un'epoca, nel 1990 Citroen decide di mandare in pensione la sua regina. Il 27 luglio, nello stabilimento portoghese di Mangualde, viene prodotta la 2CV numero 5.114.969. Si tratta dell'ultima 2CV della storia: ed è proprio una Charleston Grigio Nocturne/Cormoran. L'ultima sfilata di una macchina destinata a rimanere per sempre nella storia dell'automobilismo.

Nel listino dell'usato di Auto, tante occasioni da non perdere a portata di click!