Fedele alla storia del modello da corsa, realizzata a mano e con la possibilità di configurare il proprio esemplare dei sogni online. Sono le premesse del progetto Jaguar C-Type Continuation, ovvero, ridare vita a una barchetta che ha segnato la prima vittoria assoluta del marchio inglese a Le Mans, nel 1951, bissata nel 1953 e con altre 5 affermazioni successive.

Jaguar C-Type, specifiche da corsa

Un triennio che abbinò al piano sportivo una produzione di 53 esemplari, privi della specificità tecnica dei freni a disco, portati in gara nel 1952 da Stirling Moss e configurazione con la quale vinse a Reims, poi la Mille Miglia e la 24 Ore di Le Mans l’anno seguente.

Sarà fedele a questo schema tecnico, con i freni originali sviluppati al tempo da Jaguar e Dunlop, nonché a tutte le specifiche di progetto della C-Type, che Jaguar Classic realizzerà 8 esemplari, tutti prodotti a mano nell’impianto di Coventry.

Avranno un motore 6 cilindri in linea, 3.4 litri di cilindrata e 220 cavalli, alimentati da un triplo carburatore Weber in luogo dei doppi carburatori SU della C-Type stradale.

Sfoglia il listino Jaguar: tutti i modelli sul mercato

Della moderna tecnica, Jaguar Classic impiega le possibilità offerte dalla progettazione computerizzata, sfruttata per una realizzazione fedele ai disegni originali della barchetta e per offrire ai clienti un configuratore (raggiungibile al sito classicvisualiser.jaguar.com) dal quale personalizzare il proprio esemplare. Sarà nel 2022 che Jaguar costruirà gli 8 esemplari, in occasione di un evento celebrativo, 70 anni dalla prima vittoria della C-Type con i freni a disco.