Le 5 auto con i nomi più... problematici di sempre

Le 5 auto con i nomi più... problematici di sempre

Dalla Mitsubishi Pajero alla Nissan Moco, alcuni nomi possono risultare inopportuni (e addirittura volgari) a causa delle differenze linguistiche

di Gianluca Guglielmotti

30 gennaio

La scelta del nome di nuovi modelli di auto è certamente un aspetto fondamentale e oggetto di ricerche da parte dei costruttori. Un nome azzeccato può, infatti, contribuire al successo commerciale di un veicolo, andando a modificare identità e appeal nei confronti del cliente. La globalizzazione ha portato a delle sfide uniche in questo ambito: spesso, infatti, una parola che suona bene in una lingua - o cultura - può assumere connotazioni ridicole o, addirittura, volgari in un'altra. In questa nuova Top 5 esploreremo una serie di esempi simili, dove la scelta del nome si è rivelata un passo falso a causa di traduzioni infelici o significati nascosti (soprattutto per gli ispanofoni). Questi casi offrono spunti di riflessione sulle complessità della comunicazione in un mondo sempre più interconnesso, dove un semplice nome può fare la differenza.

Paese che vai, nome che trovi

Un esempio classico di questa problematica è il caso del Mitsubishi Pajero, che in molti paesi di lingua spagnola è stato rinominato Mitsubishi Montero. Il motivo? In spagnolo, il nome (da noi conosciutissimo e privo di misinterpretazioni) ha significati…Poco lusinghieri. Per saperne di più, proseguite nella lettura!

L’articolo continua nella prossima scheda

1 di 6

Avanti
  • Link copiato

Commenti

Leggi auto.it su tutti i tuoi dispositivi

Auto, copertina del meseAuto, copertina del meseAuto, copertina del mese