Tra le tante vetture su cui Mansory ha messo le mani c’è la McLaren 720S, già di base un’auto che non ha bisogno né di presentazioni né di particolari modifiche. Ma si sa, i preparatori amano portare all’estremo anche le quattro ruote più performanti e dalle straordinarie doti. E l’ultimo lavoro di Mansory sembra proprio ricalcare questo concetto: la McLaren 720S viene vestita di viola, così da non passare inosservata, e per lei viene realizzato un body kit in fibra di carbonio, oltre a una serie di altri dettagli.

Mclaren 720S, cura Novitec sulla supercar inglese

Body kit in fibra di carbonio

La carrozzeria viola è sicuramente il primo elemento che caratterizza il lavoro del tuner tedesco sulla McLaren 720S. Il colore scelto (a cui si aggiunge una particolare pellicola protettiva) è atipico anche per elaborazioni di questo tipo e non fa altro che aumentare l’appeal della vettura, per chi naturalmente ama le auto così personalizzate e fuori dagli schemi. All’estrosa tonalità Mansory ha aggiunto un body kit in fibra di carbonio che comprende nuove componenti: cofano, minigonne, alettone posteriore e altri elementi. Il tetto, a differenza del resto della vettura, è nero e per creare un contrasto cromatico ci sono dettagli arancioni. Da segnalare anche i nuovi cerchi in lega da 22”. Per quanto riguarda motore e interni, non sono arrivate notizie dal predatore tedesco: questo fa pensare che i ritocchi siano gli stessi del tuner precedente (spinto da un V8 biturbo da 4 litri potenziato fino a 755 CV, 35 in più di quello di serie, un’accelerazione da 0-100 di 2,9 secondi e una velocità massima di 345 km/h) e che l’abitacolo non abbia subito particolari modifiche (sui social di Mansory sono state pubblicate solo foto degli esterni).

McLaren Daniel Ricciardo Edition 720S, ecco come Woking celebra la vittoria di Monza