Fiat Punto, oltre 530.000 km con la piccola torinese

Fiat Punto, oltre 530.000 km con la piccola torinese

Il nostro lettore Stefano Dotto ci racconta la storia della sua Fiat Punto con cui ha percorso oltre mezzo milione di chiloemtri, senza mai restare a piedi

di Lorenzo Lucidi

16 novembre 2020

Un diamante è per sempre, recitava una famosa pubblicità. Ma anche un'auto non scherza. Lo sa bene il signor Stefano Dotto, residente in Veneto, che con la sua Fiat Punto seconda serie 1.2 HLX ha percorso oltre 530mila chilometri in 17 anni. Una vera compagna di vita, la piccola torinese, che lo ha accompagnato in tutta Italia, e non solo, senza mai lasciarlo a piedi. E anche ora che il mondo dell'auto si sta elettrificando e le amministrazioni rendono sempre più difficile la vita alle vetture meno recenti, la piccola Punto grigia continua imperterrita per la sua strada. In attesa anche che Fiat ne metta in produzione una nuova generazione.

Mopar personalizza la 500 elettrica con 80 accessori

Essenziale e inarrestabile

Ho comprato quest'auto nuova nel marzo del 2003 sfruttando gli incentivi dell'epoca – ci racconta il signor Stefano – per sostituire una Ford Fiesta non catalitica che ormai a causa delle norme anti inquinamento non poteva più circolare”. Da allora la piccola torinese non si è mai fermata, e ha raggiunto un traguardo dopo l'altro: nel 2006 il traguardo dei primi 100mila km, e poi avanti così al ritmo di oltre 30mila chilometri all'anno. “Nel 2016, quando ho raggiunto i 400mila km, il contachilometri si è resettato, e ho dovuto portare l'auto in assistenza per farlo ripartire – spiega il proprietario della Punto – è stato un peccato, perché ora l'auto segna solo i km che ho percorso dopo il reset”. Ossia altri 131mila, che portano la percorrenza totale della piccola Fiat ben oltre il mezzo milione di chilometri. Quasi una volta e mezza la distanza tra la Terra e la Luna. O, se preferite, oltre 13 giri completi dell'Equatore.

Fiat Punto con 531mila km FOTO

Fiat Punto con 531mila km FOTO

La Fiat Punto con oltre mezzo milione di km del nostro lettore Stefano Dotto, è stata immatricolata nel 2003 e da allora non si è mai fermata

Guarda la gallery

Un'auto, quella del signor Dotto, che non ha mai dato problemi particolari. “A 260mila km ho sostituito la frizione – spiega il nostro lettore – e, nel corso della vita dell'auto, ho sostituito almeno 30 o 40 lampadine. Ho avuto solo un guasto, per il resto la vettura non ha mai avuto problemi”. Ma qual è l'elisir di lunga vita di questa Punto? “La parcheggio sempre in garage – ci racconta ancora il suo proprietario – ed eseguo i tagliandi ogni 20mila km.

La mia Punto è un'auto essenziale, specie per me che sono alto un metro e 95, e molti mi dicono di cambiarla – aggiunge il signor Stefano – ma mi dispiacerebbe rottamarla visto che va ancora molto bene. Certo mi piacerebbe un'auto nuova, guardo con interesse la Fiat 500L”. E una nuova generazione della popolarissima torinese del segmento B? “Fiat sembra puntare molto sulla 500 – spiega ancora il nostro lettore – ma penso che dovrebbe realizzare anche una nuova Punto”.

Fiat Tipo restyling, debutta la versione Cross

La Punto del 2000

Quella del signor Dotto è una Punto della serie 188, quella lanciata nel 1999 e sopravvissuta, attraverso vari restyling e aggiornamenti, fino al 2011. Presentata come evoluzione della Punto 176 del 1993, la seconda serie della piccola Fiat fu una dei punti certi del Marchio torinese negli anni della crisi economica del gruppo, contribuendone, con oltre 3 milioni di esemplari prodotti, alla sopravvivenza.

Fiat Punto 188 FOTO

Fiat Punto 188 FOTO

La seconda generazione della popolare utilitaria torinese è stata declinata in numerose versioni: inclusa la S1600 da rally e quella prodotta su licenza da Zastava

Guarda la gallery

Al momento del lancio Gianni Agnelli spiegò che “la Punto non è nata in tre anni ma è la sintesi di un secolo di lavoro. Un modello su cui Fiat puntava molto e che dotò delle tecnologie migliori di cui disponeva all'epoca: pianale rinnovato, motori Fire 1.2 con 8 e 16 valvole, rispettivamente con 60 e 80 cavalli, e 1.9 JTD anch'esso con gli stessi due livelli di potenza del benzina. A completare la gamma la versione HGT, poi declinata anche in variante Abarth, con un 1.747 cc da 133 cavalli che prendeva il posto della Punto GT turbo. La 188 fu la prima utilitaria a montare un Diesel common rail, nonché la prima vettura europea a essere dotata dell'Electric Power Steering (EPS). Tra le particolarità tecnologiche del modello, anche il cambio Speedgear CVT e il servosterzo con funzione City.

Nel 2003 venne lanciato un importante restyling del modello, che portò in dote, oltre a un nuovo look dalle linee più morbide, i motori 1.4 a benzina da 95 cavalli e il nuovo 1.3 Multijet Diesel, mentre il 1.9 assunse anch'esso il nome di Multijet e vide incrementare la sua potenza fino a 100 cv. La Punto 188 è uscita di produzione nel 2011, dopo aver affiancato le eredi Grande Punto e Punto Evo. Nei suoi 12 anni di vita commerciale la seconda serie di punto è stata anche declinata in versione S1600 per i rally e prodotta su licenza da Zastava, dal 2005 e 2008.

Fiat 127, un render la rielabora in chiave moderna

  • Link copiato

Commenti

Leggi auto.it su tutti i tuoi dispositivi