Alfetta, mezzo secolo per una delle berlina più amate di Alfa Romeo

<p>Alfetta, mezzo secolo per una delle berlina più amate di Alfa Romeo</p>

Stile originale, per un decennio è stata un riferimento assoluto per il comportamento dinamico

di Francesco Forni

18 maggio

Alfa Romeo Alfetta, sono cinquanta anni: mezzo secolo di vita per una delle Alfa Romeo più amate. Prese il soprannome della GP Tipo 158, la prima vincitrice del Mondiale di Formula Uno con Nino Farina. Il 16 maggio 1972 fu presentata Alfetta, una delle berline italiane, e non solo, migliori di ogni epoca.

E’ stata a lungo  il riferimento assoluto per il piacere di guida e il comportamento dinamico e una delle Alfa più amate, protagonista anche di tanti film, soprattutto polizieschi, degli anni Settanta, grazie proprio al suo dinamismo nettamente al di sopra la media.

Alfetta è stata orginale nello per stile, ma soprattutto eccellente grazie a una ideale distribuzione dei pesi. Con il cambio collocato posteriormente, insieme alla frizione e al differenziale secondo lo schema transaxle. La tenuta di strada era senza pari, grazie all’adozione di un ponte posteriore De Dion crealizzato con un traliccio di tubi d’acciaio triangolare.

FCA Heritage celebra così Alfetta

“Esattamente 50 anni fa, nella suggestiva cornice della città di Trieste, veniva presentata l’Alfa Romeo Alfetta..… Prodotta dal 1972 al 1984, viene dotata di motori bialbero millesei, milleotto e due litri e inaugura una nuova tendenza in casa Alfa Romeo: si distingue infatti per essere fuori dagli schemi tradizionali sia dal punto di vista tecnico, per l’adozione dello schema transaxle, sia per l’innovativo design a coda alta”.

Potrebbe interessarti

Leggi anche: Alfa Romeo, la prossima Giulia potrebbe non essere più una berlina
Leggi anche: Alfa Romeo nuove e usate, gli annunci sul listino 

Alfetta, compie mezzo secolo l'amata berlina Alfa Romeo

Alfetta, compie mezzo secolo l'amata berlina Alfa Romeo

Un riferimento per comportamento dinamico e stile. Una delle Alfa più amate di sempre.

Guarda la gallery

  • Link copiato

Commenti

Leggi auto.it su tutti i tuoi dispositivi