Lexus NX Hybrid, SUV fuori dal coro, prova

Lexus NX Hybrid, SUV fuori dal coro, prova
Con il suo design si distingue dalla massa e la tecnologia è solo ibrida. Per chi fa molta città è l’ideale

di Lorenzo Facchinetti

9 gennaio 2015

Presentazione

Dobbiamo ammetterlo: nel settembre del 2013, quando Lexus ha svelato a Francoforte il concept LF-NX, di fronte alle sue forme eravamo un po’ scioccati. Linee che definirle ardite era dir poco, più che un Suv un origami su quattro ruote e un’accetta al posto della matita per disegnarla. Quel prototipo era frutto del lavoro di diversi centri stile che avevano estremizzato, forse in maniera eccessiva, gli stilemi del marchio di lusso Toyota.

Oggi, quella concept, è la nuova Lexus NX che vedete raffigurata in queste pagine. Smussata un po’ negli angoli, ma pur sempre di forte impatto estetico. Senza dubbio, però, infinitamente più piacevole del concept e con un design molto originale che rappresenta una voce fuori dal coro. Come pure la tecnologia che si cela sotto gli spigoli. Soltanto ibrida, per ché Lexus in Italia ha deciso di battere unicamente questa strada dal momento che, anche in presenza di un turbodiesel, risulta sempre difficile rosicchiare quote di mercato ai modelli di riferimento, Audi Q5 e BMW X3 in testa.

Ecco allora la proposta alternativa. Che può essere a 2 o a 4 ruote motrici (in quest’ultimo caso con un motore elettrico in più), con una dotazione di serie impareggiabile (c’è anche la primizia della ricarica wireless per lo smartphone) e il conosciuto e collaudato schema ibrido Toyota-Lexus con i suoi soliti vantaggi (e alcuni svantaggi...). Il principio è sempre il solito: c’è un motore termico, nella fattispecie il 4 cilindri 2.5 a ciclo Atkinson da 155 cavalli già sulla berlina IS, più un motore elettrico da 143 cv e un terzo elettrico da 68 cv sull’asse posteriore in caso di versione 4x4 come questa F Sport. In tutto la potenza combinata è di 197 cv e le doti sono quelle note: eccellenti percorrenze chilometriche in città (abbiamo misurato 20,3 km/litro effettivi), perché è soprattutto fra le mura che l’ibrido porta vantaggi, mentre in autostrada le prestazioni si livellano con modesti 11 km/litro.

Qui c’è tutto il succo della faccenda: se il Suv, come spesso accade, serve più per gli spostamenti urbani che per guadare torrenti o scalare montagne, l’ibrido Lexus diventa una validissima alternativa ad altri mezzi simili con motori turbodiesel 2 litri di pari potenza (e prezzo), perché non esiste altro Suv al mondo capace di fare venti al litro in città.

Per qualsiasi altro utilizzo occorre far bene i propri conti, anche alla luce di una percorrenza media di 15,7 km/litro — che è il valore di buon Suv turbodiesel — , ricordandosi però che il gasolio costa meno e qui ci va la benzina... Per il resto, della NX convicono la spaziosità interna, specie quella posteriore, e il confort. Quest’ultimo è garantito da una insonorizzazione di qualità e da sospensioni che smorzano magnificamente. Allettante la dotazione di dispositivi hi-tech, come la telecamera perimetrale, l’illuminazione a Led a sfioramento o il regolatore di velocità adattivo di serie, mentre sulla qualità, rispetto ad altri prodotti premium, nutriamo ancora qualche riserva.

1 di 5

Design
  • Link copiato

Lexus NX Hybrid, SUV fuori dal coro, prova

Torna su

Commenti

Leggi auto.it su tutti i tuoi dispositivi