Sul mercato italiano sta debuttando la seconda generazione di Tiguan, primo modello di una nuova gamma di sport utility Volkswagen che nei prossimi anni comprenderà cinque nuove crossover, tra cui le versioni definitive delle concepet car T-Cross Breeze e T-Rock, rispettivamente su base Polo e Golf.

Nuova Tiguan la prova sulla neve 

Nel frattempo il marchio di Wolfsburg ha annunciato l’unveiling della Bejing Concept al prossimi Salone dell’Auto di Pechino (25 aprile-4 maggio), di cui sono stati diffusi i primi rendering. Si tratta di un SUV “full-size” caratterizzato da linee tese che sembrano evolvere i canoni stilistici del più recente design Volkswagen. Un anticipo di nuova Touareg (probabilmente nella già annunciata versione sette posti), dunque, premium SUV attualmente in commercio con il restyling della seconda generazione. 

La grande novità del prototipo di Pechino riguarda la propulsione, affidata a un power-train ibrido plug-in in grado di erogare una potenza complessiva di 381 cavalli e di sviluppare una coppia di ben 700 Nm, a fronte di un’autonomia in modalità elettrica di 50 km e prestazioni di rilievo: scatto 0-100 in 6 secondi e velocità massima di 224 km/h. 

A bordo, anticipa Volkswagen China, vedremo un nuovo livello di digitalizzazione dell’automobile, grazie alla fusione dell’Active Info Display (il cruscotto digitale attualmente disponibile su Passat e Tiguan) e sistema di infotainment sotto un unico display dalla superficie curva