L'Alfa Romeo Giulia Sportwagon non sarà prodotta. Niente familiare sportiva per l'apprezzatissima media del Biscione. Di fatto il suo posto a livello globale sarà presto dalla Stelvio, di imminente presentazione: il SUV al posto della Wagon, secondo un trend dominante a livello mondiale da anni.

Lo ha confermato Alfredo Altavilla, CEO Emea di FCA in un incontro a Cassino. Il testimone passa al SUV, la familiare, come già aveva anticipato chiaramente Marchionne, resterà nel cassetto dei progetti.  Le parole di Altavilla non lasciano dubbi. "Che bisogno ci sarebbe di una Giulia Sportwagon dato che la Stelvio su strada va così bene? Il nostro SUV può catturare l'attenzione di chi altrimenti avrebbe focalizzato il suo interesse sulla station wagon. La strategia è stata modificata e adattata alle esigenze di mercato, motivo per cui la Giulia Sportwagon programmata da tempo è passata in secondo piano a causa dei rapidi cambiamenti all'interno del segmento". 

Giulia e Stelvio quindi piantoneranno per Alfa la parte premium del segmento C, chi cerca il puro piacere di guida e non ha bisogno di troppo spazio punterà sulla berlina, mentre chi vuole più abitabilità, capacità di carico e polivalenza senza rinunciare alla dinamicità avrà nel SUV le risposte adatte.

Gli alfisti più incalliti e magari anche qualche scettico, potranno rifarsi gli occhi con questo video di Head2Head di Motor Trend Channel dove la Giulia Quadrifoglio mette in riga accreditate concorrenti come la BMW M3 Competition Package, la straripante Cadillac ATS-V e la poderosa Mercedes-AMG C63 S. Alfa is back, dicono gli americani.