Un po’ di peso in più, ma anche un’ulteriore riduzione di consumi già molto interessanti. E un pizzico di coppia extra, che arriva prima. Suzuki Swift Sport Hybrid evolve l'idea Swift Sport, lo fa introducendo un alternatore che va oltre le funzioni classiche, diventa un sistema di starter-generatore d'energia integrato, collegato mediante cinghia al motore turbo benzina 1.4 litri.

È il principale artefice della riduzione dei consumi nell’ordine del 16% (5,3 lt/100 km in urbano NEDC correlato), delle emissioni di Co2 pari al 15% (127 g/km WLTP).

Come vi riesce? Si tratta di un componente - introdotto anche su Vitara e S-Cross - alimentato da una compatta batteria agli ioni litio, posta sotto il sedile del passeggero, dalla quale attinge energia per garantire il mantenimento del regime minimo del motore nelle fasi di coasting in folle, con taglio dell’alimentazione.

Lo starter-generatore permette anche un utilizzo esteso dello start&stop e provvede alla riattivazione del motore termico in modo immediato; inoltre, il supporto del motorino elettrico contribuisce a generare un surplus di spinta in aiuto del motore termico.

Le caratteristiche di Swift Sport Hybrid

Dove Suzuki Swift Sport eroga 140 cavalli e 230 Nm di coppia a 2.500 giri/min, la proposta Swif Sport Hybrid vede l’unità benzina sviluppare 129 cavalli e 235 Nm di coppia motrice, già a 2.000 giri/min.

Il contributo dello starter-generatore a cinghia, alimentato a 48 volt, vale 10 kW, ovvero, 13,6 cavalli a supporto e un picco di 53 Nm di coppia. Un dispositivo che, oltre ai vantaggi su riduzione dei consumi e spinta supplementare in accelerazione, comporta un leggero incremento di peso sul dato di 975 kg dichiarato da Swift Sport: 1.020 kg in ordine di marcia restano pur sempre un valore assoluto molto interessante per la formula sportiva proposta dalla piccola Suzuki.

Adas tutto di serie

Confermata la dotazione di serie full optional, tra Adas completi del mantenimento attivo di corsia e cruise control adattivo – solo per dire dei principali – e infotainment con navigatore, Apple CarPlay, Android Auto,radio DAB+; Swift Sport Hybrid è già ordinabile: il prezzo di listino di 23.850 euro sarà in promo fino a giugno a 20.850 euro. L’unico optional di fatto resta la scelta della tinta carrozzeria, tra 13 proposte, di cui 6 con abbinamento bicolore e l’inedita colorazione arancione Amsterdam con tetto nero.

Suzuki, ibrido da record