Una miriade di interventi, visibili e non, rinnovano la proposta business in casa BMW. Il restyling di BMW Serie 5 berlina e Touring riscrive il design del frontale con nuovi fari full led adattivi e abbaglianti Matrix led, modifica le linee della calandra presentando l’idea di un Doppio Rene con la porzione centrale condivisa, rinnova la grafica delle luci diurne e dei fari a led posteriori.

Cerchi un'auto usata? Sfoglia il listino di Auto

Novità accompagnate dai cerchi in lega aerodinamici, proposta inedita da 20 pollici, alleggerita e in grado di contribuire alla riduzione dei consumi attraverso una migliore efficienza aero. Sulla materia, di consumi ed emissioni, si inserisce il grande filone tecnico dell’elettrificazione, sul restyling tutte le motorizzazioni sono mild-hybrid, step sotto le proposte ibride plug-in.

Motori, le soluzioni di ibrido plug-in

Le “note” 530e berlina e Touring, xDrive o trazione posteriore, verranno affiancate da una BMW 545e xDrive sportivissima con i 394 cavalli e 600 Nm di sistema, sviluppati da un motore 3 litri sei cilindri da 286 cavalli abbinato al motogeneratore da 109 cavalli.

Arriverà nel novembre del 2020, dove al lancio sul mercato Serie 5 ibrida plug-in sarà 530e con batteria da 12 kWh e un’autonomia di marcia in elettrico tra i 58 e i 67 km, estremi delle specifiche Touring xDrive e berlina due ruote motrici. Con 292 cavalli di sistema, potenza massima in boost, ce n’è abbastanza per scattare in 5”9 sullo zero-cento orari e raggiungere i 235 km/h. Alla modalità elettrica, le Serie 5 ibride, saranno in grado di passare autonomamente nelle eDrive Zones, aree urbane individuate come zone dalla mobilità a zero emissioni. Grazie alla geolocalizzazione, l’elettronica dell’auto riconoscerà l’avvicinarsi a una zona verde di una città (che dovrà aver segnalato l’area medesima) e passerà dal funzionamento ibrido automatico alla modalità elettrica.

Mild-hybrid con recupero in frenata

Un’offerta di motorizzazioni nella quale, mild-hybrid 48 volt a parte, si segnalano le omologazioni tutte Euro 6d, i diesel con nuovi turbocompressori a doppio stadio e valori di potenza rinnovati. Interessante registrare l’introduzione della gestione elettronica della frenata, ripresa dalle Serie 5 ibride plug-in, per rendere possibile la frenata rigenerativa con recupero dallo starter-generatore a 48 volt e modulare l’intervento con l’impianto frenante idraulico.

La presenza del dispositivo a 48 volt permette una guida con coasting a motore spento prolungata – funzione attiva tra i 25 e i 160 km/h –, il supporto al motore termico in accelerazione, l’ottimizzazione del carico del propulsore e lo spegnimento dello stesso già a 15 km/h quando l’auto procede verso uno stop.

Motore

Potenza

Autonomia EV

Consumi/100 km

0-100 km/h

Velocità

km/h

530e

2.0 PHEV L4

292 cv

58-67 km

5”9-6”1

225-235

545e

3.0 PHEV L6

394 cv

49-54 km

4”7

250

520i

2.0 benzina L4

184 cv

5,5 lt

7”9

235

530i

3.0 benzina L6

252 cv

5,5 lt

6”4

250

540i

3.0 benzina L6

333 cv

6,5 lt

5”2

250

M550i

4.4 benzina V8

530 cv

9,7 lt

3”8

250

520d

2.0 diesel L44

190 cv

4,3 lt

7”2

235

530d

3.0 diesel L6

286 cv

4,7 lt

5”7

250

540d

3.0 diesel L6

340 cv

5,1 lt

4”6

250

Sul mercato, BMW Serie 5 restyling andrà anche in versione M Sport Edition, un’edizione in tiratura limitata, allestimento in 1.000 esemplari e dotato di cerchi aerodinamici da 20 pollici, sospensioni M ribassate, sedili M Multifuncion, tra le soluzioni della dotazione di serie.

Sfoglia il listino BMW: tutti i modelli sul mercato

Tutte le motorizzazioni sono accoppiate al cambio Steptronic 8 marce e la trazione xDrive è una soluzione alternativa diffusa, a richiesta, dove non di serie come su 545e, M550i, 540d.

Fari, nuovi adattivi e Laserlight optional su tutte

L’aggiornamento della gamma Serie 5 registra l’optional dei fari Laserlight – 650 metri di copertura e massima illuminazione con antiaccecamento di altri automobilisti – in alternativa alla specifica full led Matrix adattiva, anch’essa un supplemento rispetto alla dotazione di serie. La tecnologia di controllo degli abbaglianti a matrice di led ricorre a 4 elementi con intensità luminosa variabile e controllabile singolarmente, per non abbagliare altri veicoli.

Adas, cambio di corsia "guidato" dal navigatore

Il restyling produce significativi progressi tanto sull’offerta di Adas che di infotelematica. L’assistenza di Livello 2 si realizza completamente con il Driving Assistant Professional, con la guida assistita in autostrada ottenuta dall’abbinata del cruise control adattivo intelligente e la correzione della traiettoria per mantenere la corsia di marcia.

Serie 5 2020 è in grado di cambiare corsia e di farlo autonomamente grazie ai dati della navigazione (inedito il sistema BMW Maps con cartografia via cloud, arricchita di informazioni utili in tempo reale), quando è obbligatorio per proseguire lungo il tragitto. Adas la cui rappresentazione visiva sarà nel quadro strumenti virtuale, Live Cockpit Professional abbinato a uno schermo dell’infotainment da 12,3 pollici, alternativa al display standard da 10,3 pollici.

Tra le funzioni di sicurezza nel comparto Adas non mancano lo stop autonomo dell’auto in caso di emergenza per lo stato di salute del guidatore. Un’offerta arricchita dell’anticollisione posteriore e dal Lane Keeping Assistant con Active Side Collision: evita incidenti nel cambio di corsia con veicoli nell’angolo cieco della visuale.

Le possibilità di personalizzazione sono come sempre vaste, tra le novità arrivano i sedili finora appannaggio di M5, a controllo elettronico e regolazioni multiple – dal poggiatesta alla seduta, fino alle regolazioni del supporto lombare -.

Di Silvestre, BMW Italia: azioni e scenari per il mercato