Sarà a Wuhan che Lotus produrrà i futuri modelli elettrici. Storia e tradizione restano in Gran Bretagna, a Hethel. Sinergie industriali all'interno del Gruppo Geely portano, invece, a presentare gli investimenti in Cina, dove nel 2024 verrà completato il Lotus Technology, quartier generale che ingloba un sito produttivo da 150 mila unità l'anno, pronto a fine anno. In aggiunta, un circuito di prova, con alta automazione nel trasporto dei veicoli oggetto di test presso le officine: avverrà tutto con mezzi a guida autonoma.

I numeri dei suv elettrici Lotus

Che Lotus sarà quella che procede verso gli 80 anni di storia con il piano Vision80? Un marchio che abbraccia l'elettrificazione, provando a restare fedele alla propria tradizione. Evija ed Emira (scopri come Lotus ha 'civilizzato' Elise), rispettivamente elettrica e ultima endotermica del brand, sono l'attualità. Il futuro è in quattro nuovi modelli, tre dei quali nasceranno sulla Lotus Premium Architecture. Sarà ossatura per strutturare una gamma che spazi dal segmento C superiore al segmento E. 

Leggi anche: Le architetture dei futuri modelli Lotus

Dati tecnici ci rivelano come le misure del passo saranno variabili a seconda del modello e del segmento, tra i 2,89 metri e i 3,10 metri di lunghezza. Un'architettura alimentata da pacchi batteria con potenze comprese tra 92 e 120 kWh, in un sistema elettrico a 800 volt e prestazioni velocistiche che porteranno da 0 a 100 orari in meno di 3 secondi.

Type 132 la prima a debuttare

Così, le Lotus elettriche del futuro. Un futuro praticamente dietro l'angolo. La Lotus Type 132 sarà la prima a debuttare, già nel 2022. Si tratta di un grande suv di segmento E, il primo nel teaser diffuso. Tutti modelli accomunati da stilemi ricreati anzitutto sui fari anteriori. Del suv in arrivo ci sarà molto della tecnologia Geely. 

Il secondo modello Lotus elettrico sarà una grande coupé quattro porte, arriverà nel 2024 e il codice di progetto è Type 133. Nel teaser occupa il secondo posto e, come tutte, spicca per gli specchietti retrovisori digitali. 

Suv medio e sportiva compatta

Scopriremo solo nel 2025 la Lotus Type 134, progetto di suv elettrico medio, un segmento D destinato ad avere una centralità cruciale anche in Europa. Dulcis in fundo, appuntamento al 2026 con la prima sportiva elettrica, il modello che idealmente raccoglierà l'eredità della Emira. Sarà la Type 135, progetto sul quale la collaborazione tra Lotus e Alpine (leggi i piani dei francesi sulle prime elettriche) sarà strettissima e porterà il marchio francese a progettare l'erede spirituale della A110.