BMW i7, silenzio elettrico: l'ammiraglia verso il debutto

BMW i7, silenzio elettrico: l'ammiraglia verso il debutto

I motori elettrici, i flussi dell'impianto di climatizzazione, gli pneumatici, sono solo alcune delle aree sulle quali i tecnici hanno lavorato all'insonorizzazione del progetto BMW i7

22 febbraio

Il silenzio è sinonimo, tra i tanti, di lusso. Perlomeno il silenzio in marcia, che le ammiraglie curano in maniera maniacale. BMW i7, che di nuova Serie 7 è la versione elettrica a batteria, è impegnata nella fase finale dello sviluppo, percorso che passa dai test a Monaco, prove di verificare della qualità della vita a bordo.

Non è semplicemente una questione di "sì, si sta comodi", quanto di valori misurati dagli strumenti. Insonorizzare un'ammiraglia elettrica è più complesso di quanto possa sembrare. Non c'è il rombo del motore, vero, restano tutti gli altri elementi di "disturbo".

BMW i7

BMW i7

L'ammiraglia elettrica si sottopone a prove di verificare della qualità dell'insonorizzazione a bordo. Dai motori al sottoscocca, delle gomme all'aerodinamica, tutti i dettagli curati dai tecnici

Guarda la gallery

"Imbottire" la scocca

I fruscii aerodinamici, il rotolamento delle gomme, le turbolenze dell'aria nel sottoscocca, nei vani passaruota. Gli interventi dei tecnici, su BMW i7 come su progetti di simile appartenenza, passano dall'adozione di materiali fonoassorbenti leggeri, applicati all'interno dei montanti, nella paratia divisoria tra abitacolo e baule, all'interno dei passaruota.

Che rumore fa il clima?

Il livello di dettaglio, oltreché nell'utilizzo di pneumatici con uno strato di schiuma all'interno - per assorbire le onde che si generano dalla deformazione del pneumatico - passa anche dall'analisi e ottimizzazione dei flussi d'aria dell'impianto di climatizzazione.

LEGGI ANCHE - Rinnovo del parco auto, l’Italia è ultima tra i principali Paesi europei

Il racconto dei test rivela anche la presenza di versioni di BMW i7 con duplice motore elettrico, nel dire come i motogeneratori siano stati ottimizzati con l'adozione di un alloggiamento specifico e punti di attacco alla scocca pensati per il massimo isolamento.

  • Link copiato

Commenti

Leggi auto.it su tutti i tuoi dispositivi