Car of the YearOrganizzatore italiano del premio
The Car of the Year

Chevrolet Corvette Stingray, come morde l'asfalto quella europea

Chevrolet Corvette Stingray, come morde l'asfalto quella europea

L'ottava generazione di una delle supercar simbolo degli Stati Uniti, sbarca in Europa e lancia la sfida alle super sportive dal sangue blu del Vecchio Continente

di Pasquale Di Santillo

8 ottobre

La Germania non è l’America, ma ha una cosa che gli States non possiedono: le autostrade senza limiti di velocità. Assimilabili alle praterie di west e midwest, per non parlare di quelle sconfinate del sud. Dovunque si sia, la C8, l’ottava generazione della Corvette Stingray, la più potente di sempre, oltre a portare le stimmate dell’icona a Stelle e Strisce, rischia di insidiare i totem europei della velocità, per come si porta in dote la facilità di utilizzo abbinata a una accessibilità economica (è sempre tutto relativo).

Chevrolet Corvette Stingray, la prova su strada

Chevrolet Corvette Stingray, la prova su strada

Ecco come va su strada la nuova Chevrolet Corvette Stingray

Guarda il video

Il listino per l'Italia

Così, arrivare quasi in pantofole a 250 km/h sull’autobanhof che porta a Francoforte o districarsi sulle strade sinuose nei dintorni della Foresta Nera con un’agilità sconcertante anche ad alte velocità, candida l’icona americana a un ruolo importante anche in Europa dove arriva in questi giorni in concessionaria (in Italia l’esclusiva è di CAVAUTO), perché al divertimento combina appunto un listino che varia da 90.100 a 96.700 euro, a seconda se si sceglie la Coupé o la Convertible. Non poco, ma nemmeno una cifra sconvolgente considerando che si parla a tutti gli effetti di una supercar esattamente come Ferrari, Porsche, Lamborghini e McLaren.

Chevrolet Corvette Stingray Coupé, la prova

Chevrolet Corvette Stingray Coupé, la prova

Da ottobre nei saloni europei e italiani, il prezzo di partenza è di 90.100 euro. Motore omologato Euro 6d per la prima versione con motore centrale della sportiva americana. Materiali premium e alti standard di prestazioni e tecnologia per l'ottava generazione della Corvette

Guarda la gallery

La scheda tecnica della nuova Corvette

In più, Corvette trasmette il suo profondo DNA americano, quello che inizia con il design frontale molto “italiano”, per quanto aggressivo, legato con linee nette, scolpite, ancora più muscolari, ad un posteriore con le…ali, unite da un lato B davvero “ignorante”, quasi sopraelevato, per quanto tutto da godersi. E finisce a lui, il cuore yankee, il V8 Chevrolet LT2 Small Block da 6,2 litri per la prima volta piazzato in posizione centrale (e non anteriore). Un cambio storico dopo 67 anni di storia Corvette che riesce ad abbassare il baricentro della vettura che resta praticamente aderente all’asfalto, nemmeno avesse minigonne stile F.1. Oltre 482 cavalli che arrivano progressivamente ma con una violenza inaudita mano a mano, anzi piede a piede che scende sul pedale di destra. Provare per credere: sembra non avere limiti quel gas tradotto in potenza/velocità. I numeri parlano di 613 Nm di coppia massima, di 296 km/h di velocità sempre massima e di 3”5 da 0 a 100 km/h, ma la sensazione vissuta va oltre. A 250 km/ sembrava ci fosse ancora tanto margine, davvero.

Consumi non esagerati

Direte, che una macchina del genere non potrà essere particolarmente green e avete ragione, ma ogni tanto ci vuole. E poi, in fondo, neanche troppo sempre considerando che parliamo di una supercar. Stando ai numeri, i consumi medi faticano ad arrivare a 8 km, in realtà qualcosina in meno, addirittura a 4 llm/litro, se si spinge a fondo ma non è questo il punto. Se si riescono a tenere i giri intorno a quota 1.800 al tetto degli 8 km/l ci si può arrivare. Ma il problema è proprio quello, tenere i giri bassi: è un’impresa titanica. Comunque la nuova Corvette Stingray è stata omologata come euro 6d perché dotata di filtri antiparticolati di ultima generazione. Le emissioni? La CO2 media arriva a 277 g/km ma con picchi di 555.

Le dotazioni e gli allestimenti

A dare sicurezza, i freni Brembo con disco ancora più grande aree di ventilazione per raffreddarli, gli pneumatici Michelin Pilot 4S e un aggiornato sistema di sospensioni, il "magnetic ride control 4.0" che legge la strada più velocemente e meglio di prima, senza dimenticare tutta una serie di ausili alla guida che a quelle velocità in effetti…
Per il resto, anche negli interni Corvette si è “europizzata" non poco. È disponibile in 12 colori per esterni, 6 per gli interni, in Europa di serie c'è il pacchetto performance Z51 con regolazione manuale dei sedili con molle filettate, differenziale elettronico a slittamento limitato, impianto scarico performance, pacchetto aerodinamico a portanza limitata. Mentre con l’allestimento 2LT (arriverà nel 2022) c’è il performance data recorder, l’head up display, il sistema navigazione audio Bose con 14 altoparlanti, la rear camera mirror, i sedili riscaldati e ventilati che possono essere GT1 GT2 o sportivi da competizione in nappa e 4 tipologie di cerchi. Con 2.00 euro in più vi danno anche il sistema opzionale di sollevamento sospensioni anteriori “Front lift system” che alza l’anteriore di 50 mm.
L’America, da oggi, è più vicina.

Chevrolet Corvette Stingray Convertible, la prova

Chevrolet Corvette Stingray Convertible, la prova

Da ottobre nei saloni europei e italiani, il prezzo di partenza è di 96.760 euro. Motore omologato Euro 6d per la prima versione con motore centrale della sportiva americana. Materiali premium e alti standard di prestazioni e tecnologia per l'ottava generazione della Corvette

Guarda la gallery

  • Link copiato

Commenti

Leggi auto.it su tutti i tuoi dispositivi