Porsche 911 Dakar, fantastica regina su neve e ghiaccio

Abbiamo provato, a suon di traversi su neve e ghiaccio, la 911 in versione da rally

di Arturo Rizzoli

15 febbraio 2023

Una versione della 911 Dakar sulla neve, e lì che l'abbiamo provata, bene, questo è solo uno dei contrasti di una vettura che suscita un turbinio di emozioni appena la vedi. È una “tutto terreno” può sembrare una stranezza, anche se è pur vero che la Lamborghini ha fatto stessa cosa con Huracán Sterrato.

Porsche 911 Dakar, la prova

Porsche 911 Dakar, la prova

Il test su neve e ghiaccio della Porsche 911 Dakar

Guarda la gallery

Solo 2500 esemplari e look entrati nella storia

La 911 Dakar sarà prodotta in soli 2500 pezzi, ma per chi vuole qualcosa di ancora più speciale ci sono livree a dir poco iconiche. Troviamo la replica della vettura che vinse la Parigi-Dakar nel 1984, quella del Rally Safari del 1978 o quella che richiama le 911 che corsero il Rally di Montecarlo negli Anni ‘70. Sempre in tema look c'è un optional un po' particolare: un portapacchi che viene fornito con dotazioni molto utili per impieghi estremi e relative situazioni d’emergenza, come due taniche, una per la benzina e una per l’acqua, più due slitte da mettere sotto le ruote per trarsi d’impaccio nelle situazioni difficili.

La base è quella della Carrera 4 GTS

La 911 Dakar nasce dalla 911 Carrera 4 GTS, vettura spinta da un 3.0 litri biturbo da 480 cv e dotata della trazione integrale. L'auto con vari alleggerimenti ha contenuto  il peso in 1.605 kg. L’altezza da terra, cruciale per una “tutto terreno”, è stata aumentata di 5 cm, rispetto alla 911 Carrera, arrivando così a 161 mm, e poi c’è la possibilità di alzare l’auto di altri 3 cm, arrivando a 191 mm. Noi l'abbiamo provata su neve e ghiaccio, ma la vettura è stata sviluppata per affrontare anche le condizioni più difficili nei deserti con 10.000 km di test.

La Guida? Holiday on ice...

Teatro della nostra prova è stata la pista su neve e ghiaccio di Muhr, in Austria, e guidare la 911 Dakar in quella situazione è uno spettacolo, tanto da fare venire in mente il celebre show su ghiaccio. Sottolineiamo subito che la nostra prova si è svolta con pneumatici invernali normali, non chiodati: erano dei Pirelli P Zero winter. Presa un po' di confidenza, notando che i controlli elettronici e non sono troppo invasivi, li abbiamo poi esclusi. Come potete vedere nei filmati, la vettura si è mostrata sempre molto progressiva nelle reazioni, come si nota quando si affrontano le curve facendo il “pendolo”. Notevole è stato poi il lavoro del cambio sequenziale PDK, talmente efficace nel leggere lo stile di guida e, quindi, eseguire i cambi di marcia, necessari, che la tentazione di metterlo in manuale è passata in fretta. Lasciati neve e ghiaccio, la 911 Dakar su strada ha mostrato rumorosità e comfort generale in linea con quelli di una sportiva moderna.        

Money no problem... e non finisce qui

Il listino, per l’Italia, parte da 230.990 euro, ma pare che siano già numerosi i ricchi che si sono fatti conquistare da una toy car che, di norma, la compra chi ha già in garage almeno una sportiva più... normale. La Casa di Stoccarda, vista la risposta del mercato ricevuta con questa 911 Dakar, pare staia già pensando di realizzare ulteriori interpretazioni “tutto terreno” per altri modelli della 911.

  • Link copiato

Commenti

Leggi auto.it su tutti i tuoi dispositivi

Auto, copertina del meseAuto, copertina del meseAuto, copertina del mese