Alla fine di aprile, in pieno lockdown, è stato terminato il tracciato del nuovo ponte di Genova. Ieri, 22 giugno, la prima auto lo ha attraversato. A bordo della vettura Pietro Salini, amministratore delegato di Webuild, il gruppo costruttore. Per l’inaugurazione ci sarà ancora da attendere: salvo imprevisti, si dovrebbe tenere il 1° agosto. Ma adesso ci sono altri problemi.

Cerchi un'auto usata? Sfoglia il nostro listino

Le parole del sindaco Bucci

Abbiamo urgenza di sapere a chi dobbiamo consegnare il ponte e chi si dovrà occupare del collaudo finale. È un passaggio obbligato per aprire il ponte, mentre il collaudo statico e tutti gli altri collaudi li faremo noi. Se non arriveranno risposte, ho già detto che siamo pronti a risalire il Tevere in barca”, ha dichiarato Marco Bucci, sindaco di Genova commissario per la ricostruzione del ponte sul Polcevera.

Cerimonia sobria

Per l’inaugurazione del 1° agosto, che comprenderà anche il varo della nuova struttura e di cui è ancora da definire il programma, i parenti delle vittime hanno chiesto una cerimonia sobria. Per quanto riguarda il nome del viadotto non ci sono particolari novità, anche se la settimana scorsa il governatore Toti ha ipotizzato che la scelta possa essere Viadotto San Giorgio-Genova.

Bonus vacanze: a chi spetta e a cosa serve