Gli parcheggiano l'auto davanti al negozio, lui la incarta nel cellophane

Gli parcheggiano l'auto davanti al negozio, lui la incarta nel cellophane© Il Resto del Carlino

Un negoziante, stanco delle vetture in sosta davanti alla sua attività, ha deciso di risolvere il problema in maniera molto singolare

di Redazione

19 dicembre 2022

Quello della sosta selvaggia è un problema che affligge tutte le città, dalle metropoli alle province, e non sempre si può contare sul pronto intervento della polizia municipale e di un carro attrezzi. Così, c'è chi si arrangia come può risolvendo da solo la questione. È il caso di un negoziante di Ravenna che, esasperato dalle vetture posteggiate davanti all'ingresso, ha deciso di “incartare” nel cellophane una vettura in divieto di sosta.

Da Magnum P.I. al garage abbandonato, rinasce la Ferrari 308 GTB

La surreale scena della Toyota incartata

Protagonista di questa singolare “vendetta” nei confronti degli automobilisti indisciplinati è stato il titolare di un negozio di preziosi di Ravenna. Da anni impegnato in una lotta contro la sosta selvaggia davanti alla sua attività, l'uomo ha deciso di prendere provvedimenti drastici. E così è toccato a una malcapitata Toyota Yaris grigia venire completamente avvolta nel cellophane. La scena che si è presentata di fronte a passanti e turisti è stata surreale, e in tanti hanno scattato foto e selfie con la vettura imballata come un pacco di generi alimentari.

Sull'auto era presente anche un foglio su cui il negoziante esprimeva le ragioni che lo avevano portato ad agire in maniera così estrema. "L’educazione e il rispetto vengono solitamente insegnati da piccoli – si legge nel messaggio sulla Yaris - Parcheggiare l’auto per diversi giorni di fronte alle vetrine di un negozio, e non è la prima volta che accade, crea di fatto un disagio ed una limitazione allo svolgimento del proprio lavoro. Ora le rendo il favore, creando un piccolo disagio anche a lei, nella speranza che gesti simbolici come questi possano aiutarla a riflettere e migliorare. Buon Natale". Il negoziante aveva inoltre spiegato di pagare la tassa per l'occupazione del suolo pubblico di fronte alla sua attività, ma che nonostante questo lo spazio veniva continuamente occupato dalle auto in sosta.

La Yaris impacchettata è diventata in breve un'attrazione, e a quanto pare anche il proprietario della vettura avrebbe accolto questa particolarissima “protesta” con un sorriso. Di certo, d'ora in poi tutti ci penseranno due volte prima di parcheggiare la propria auto davanti alle vetrine di questo negozio...

Citroën, una 2CV di legno per Asterix e Obelix

  • Link copiato

Commenti

Leggi auto.it su tutti i tuoi dispositivi

Auto, copertina del meseAuto, copertina del meseAuto, copertina del mese