Sul nuovo numero di Auto: BMW Serie 2 Active Tourer, l'ibrida senza fine

Sul nuovo numero di Auto: BMW Serie 2 Active Tourer, l'ibrida senza fine

Sul nuovo Auto in edicola tutto sulla nuova generazione della BMW Serie 2 Active Tourer; poi la prova in pista della Ferrari 296 GTB, l'anteprima della nuova Renault Austral e tanto altro

di Pasquale Di Santillo

14 marzo

L’ibrido ti allunga la vita come la famosa telefonata? In fondo, dipende dall’ibrido. Sicuramente allunga l’autonomia delle vetture. magari non tutta quella che ci si potrebbe augurare ma sicuramente è una soluzione, che sia full, mild o plug-in. E proprio su quest’ultima tecnologia si concentra Auto n.4 da oggi in edicola. Intanto, con la copertina dedicata alla seconda generazione della BMW Serie 2 Active Tourer. Una macchina rivista e corretta in maniera sostanziale che grazie alla quinta generazione del sistema plug-in hybrid di Monaco raggiunge un’efficienza davvero eccezionale, a cominciare dall’autonomia in solo elettrico che arriva fino a 90 km.

L’altro ibrido alla spina che merita l’attenzione all’interno del magazina riguarda quello della Ferrari 296 GTB che ci ha abbinato il primo V6 turbo stradale della sua storia. Una vettura straordinaria per design, tecnologia e motorizzazione, capace, tra termico ed elettrico di sprigionare 830 cv comunque domabili con una facilità inattesa.

Nuova BMW Serie 2 Active Tourer

Nuova BMW Serie 2 Active Tourer

La seconda generazione del tuttofare sportivo per il segmento delle compatte premium trasuda dinamismo visivo e presenza imponente attraverso il chiaro linguaggio del design di BMW

Guarda la gallery

Auto, le novità sul numero 4

Ma oltre l’ibrido ci sono molti temi trattati su questo numero di Auto. A cominciare dal piano strategico di Stellantis presentato da Tavares, con l’ormai abituale dicotomia tra lgli investimenti sull’elettrico e le relative, profonde perplessità. Passando per gli incentivi decisi dal Governo per tutto il comparto (1 miliardo di euro l’anno fino al 2030), senza dimenticare la celebrazione della KIA EV6 vincitrice del The Car of The Year 2022, prima vettura a trionfare del Gruppo asiatico in 59 edizioni.

L’intervista al responsabile del design di Ford Europa Amko Lennarts prelude all’ingresso nel mondo del “Primo test” che oltre alla BMW Serie 2 Active Tourer comprende la nuova gamma Alpine A110, la Mazda CX-5 Model Year 2022, la DS 9 E-Tense 4x4 360, Skoda Kodiaq, la Citroën C5 Aircross e anteprime importanti come i Suv Renault Austral e Mazda CX-60 che rilanciano il peso del segmento nel mercato. Accompagnati da altrettanti modelli del segmento lusso: la Bentley Flying Spur Hybrid e l’Aston Martin DBX707.

Prima di entrare nel mondo dell’e-mobility, l’inchiesta dedicata al tema dell’acquisto dell’usato all’estero, tra soluzioni intelligenti e trappole da evitare. L’universo elettrico di questo numero apre con l’affascinante prima edizione della 20quattro ore dei Laghi, il primo rally riservato solo a vetture a zero emissioni, le Audi elettriche più performanti. Poi, la new age del lusso di Mercedes in versione EQS e la novità cinese Aiways U5.

I test nel Centro Prove di Auto

Il Centro Prove dedica le sue attenzioni in quota elettrica alla Ford Mach-E GT e alla Hyundai Ioniq 5 AWD per poi passare a un evergreen di qualità come la Volkswagen Polo 1.0 TSI Life da 95 cv, alla Jaguar F-Pace P400e e alla Mini Clubman Cooper D. L’ultima sezione del magazine, il Motor Club apre con una storia molto italiana, quella di Aldo Brovarone, uno dei nostri geni del design per poi proseguire con l’intervista a Stefano Seletti, imprenditore, altro “leader for example” di Land Rover, Forever Young si occupa dell’Alfa Romeo SZ 210 cv, una delle progenitrici della Tonale. Finale con il tuning della Lancia Delta HF Integrale Evo 3 e l’usato della Porsche Panamera.

Buona lettura.

  • Link copiato

Commenti

Leggi auto.it su tutti i tuoi dispositivi