Mentre Audi è al lavoro sulla proposta e-tron S, suv con tre motogeneratori elettrici, il 2020 elettrico a Ingolstadt prosegue con lo sviluppo di Audi e-tron GT. Sarà un progetto con il dna di Audi Sport, una grande berlina sportiva quattro porte, da quasi 5 metri di lunghezza, che, per tecnica, nasce condividendo l’architettura J1 con Porsche Taycan, mentre per design rappresenterà un’evoluzione delle soluzioni viste sul concept omonimo.

Non cambia sostanzialmente, i muletti avvistati in Svezia, immortalati da GTB.Photography e rivelati su Instagram, restano nel solco stilistico della show car.

Adas in bella mostra

Un particolare più di altri cattura l’attenzione, perché chiaramente in vista: i sensori degli Adas. C’è la “classica” camera frontale installata sul parabrezza, mentre sulla griglia inferiore del paraurti sono chiare due tipologie differenti di sensori, tra un radar centrale e quelle che appaiono essere due camere stereoscopiche.

Con la presentazione del modello che potrebbe avvenire entro fine anno scopriremo se Audi svilupperà una soluzione differente dal muletto per mascherare al meglio gli occhi dei sistemi di assistenza alla guida.

La condivisione dell’architettura J1 porterà anche Audi e-tron GT a utilizzare un pacco batterie da 800 volt come su Taycan, nella specifica da 90 kWh sul concept con 590 cv e 400 km di autonomia.