Non è una novità che case automobilistiche e aziende si rivolgano ai loro appassionati per spunti e idee su nuovi modelli. Durante la recente Rimac Design Challange su Instagram, organizzata dal marchio croato, il compito assegnato era quello di progettare una Rimac del futuro, precisamente del 2080. A vincere è stato Scalatan, concept realizzato dal designer Maximilian Schneider.

Dyson, la storia di un'elettrica mai nata con 965 km di autonomia

Un progetto audace

Basta guardare le immagini per capire i motivi della vittoria. Rimac Scalatan Vision 2080 prende forma da una scocca di titanio e grafite, realizzata con la stampante 3D, che ne assicura leggerezza e, al tempo stesso, resistenza. Al suo interno Schneider ha immagino un propulsore 100% elettrico da 3.080 CV, per un peso totale di 940 kg. Degni di nota, gli pneumatici di Scalatan che utilizzano una tecnologia dei nanotubi di carbonio “a memoria”: in questo modo, in base alla tipologia di terreno e di percorso possono cambiare autonomamente la forma al battistrada. Non solo, sembra che questi pneumatici siano cinque volte più leggeri del normale.

Rimac Scalatan Vision 2080 è pensata per essere un’auto del futuro, non mancano quindi sistemi di guida autonomi avanzati che gestiscono la maggior parte delle funzioni di guida.

Naturalmente si tratta solo di rendering e non è dato sapere se Rimac metterà mai in produzione Scalatan, ma è davvero questo ciò che dovremmo aspettarci tra 60 anni?

Faw ed Emilia Romagna, coinvolta Lamborghini nell'arrivo del colosso cinese

AUTOMOTIVE.LAB - Solo i curiosi scopriranno il futuro dell'auto