Sono diventate virali le immagini video che hanno ripreso a Sanming, nel sud della Cina, l'esplosione di un'auto elettrica durante la ricarica delle batterie. L'episodio è stato filmato da qualcuno presente in un edificio di fronte alla stazione di ricarica e ripreso successivamente da diverse testate giornalistiche. Eccolo di seguito.

LA DINAMICA DELL'INCIDENTE

Innanzitutto, ecco cosa dovrebbe essere accaduto, secondo i racconti dei testimoni. Durante la ricarica delle batterie, dalla vettura è cominciato a fuoriuscire del fumo. Subito il proprietario ha chiamato i vigili del fuoco, che hanno cominciato a spruzzare acqua fredda sul veicolo - una soluzione che molto spesso i vigili del fuoco utilizzano per domare gli incendi di auto elettriche, al posto dei metodi chimici -. Ed è proprio da quel getto d'acqua che parte il video.

Incentivi auto 2020: da oggi 1 settembre fondi ristanziati con 400 milioni

Ma passano pochi secondi e l'auto esplode in una palla di fuoco, con le portiere che schizzano dai lati e addirittura il tettuccio che buca il soffitto della stazione di ricarica. Un botto fragoroso, insomma.

DI CHE AUTO SI TRATTA?

Regna il mistero sulle cause dell'esplosione. L'episodio, che è avvenuto ad agosto, ha scatenato una serie di indagini da parte delle autorità competenti. E ad esplodere sono anche i dubbi su quale sia l'auto protagonista dell'incidente. La carrozzeria rossa è infatti l'unico elemento certo, in base alle immagini video. A provare a dare una risposta sono stati i colleghi di The Drive, i quali ipotizzano che la macchina possa essere una BAIC EX360.

Troppi SUV in strada: le Case automobilistiche rischiano una mega multa

Modello cinese, EX360 fa parte dalla gamma Suv di BAIC, ha una batteria da 48 kWh, una potenza di 107 cv e un'autonomia che si aggira sui 318 km: è questa, l'auto elettrica esplosa? Vedremo se la vicenda registrerà aggiornamenti.