Le auto elettriche saranno più convenienti di quelle con il tradizionale motore termico entro pochi anni. A dirlo è l'agenzia Bloomberg, in un report in cui viene previsto l'andamento del costo dei veicoli a zero emissioni rapportato a quello delle corrispettive versioni a benzina o Diesel. Nello studio sono state prese in considerazioni diversi segmenti e tipologie di auto, inclusi i veicoli commerciali leggeri. Che, secondo l'agenzia americana, saranno i primi a rendersi più convenienti in variante elettrica. Poi toccherà agli altri segmenti, fino ad arrivare alla fase in cui tutte le vetture a batteria saranno più convenienti delle termiche. Secondo Bloomberg, ciò avverrà nel 2027, e negli anni successivi le quote di vendita delle EV cresceranno sempre di più fino a coprire la quasi totalità del mercato entro il 2035.

Auto elettriche: quanto costano agli automobilisti i dispositivi di ricarica?

Auto elettriche verso il sorpasso 

Le vendite di vetture elettriche stanno registrando in quasi tutti i paesi del mondo (Italia inclusa) tassi di crescita a tre cifre. Un incremento esponenziale, che però non ha ancora portato a quote rilevanti sul mercato. Tuttavia le auto a batteria sono destinate a superare quelle con motore termico entro pochi, sia in termini di convenienza che di vendite. Entrambi questi aspetti sono stati l'oggetto dei uno studio commissionato dalla Federazione europea Transport & Environment all'agenzia di stampa americana Bloomberg, che ha previsto il futuro andamento dei costi di vetture elettriche e a benzina/Diesel nei prossimi anni.

Secondo il report, la prima categoria di mezzi a zero emissioni che supererà in termini di convenienza i corrispettivi termici sarà quella dei veicoli commerciali leggeri, entro il 2025. Poi nel 2026 sarà la volta delle vetture medie dei segmenti C e D, e l'anno successivo anche le utilitarie del segmento B saranno più vantaggiose economicamente in versione elettrica. In questo cammino sarà determinante la prevista riduzione dei costi delle batterie, che dovrebbe raggiungere il -58% entro il 2030.

Bloomberg ha poi previsto la diffusione dei veicoli a batteria, che sarà fortemente incentivata anche da questa progressiva riduzione dei costi. In particolare, nel 2035 i mezzi elettrici dovrebbero arrivare a costituire l'85% delle vendite di vetture, e l'83% delle vendite di veicoli commerciali leggeri. Questo valore è stato considerato al netto di eventuali incentivi e sostegni, che se confermati nel lungo termine potrebbero accelerare il processo di elettrificazione del mercato.

Elettrico vs endotermico, in USA alcuni automobilisti rimpiangono il passaggio