Car of the YearOrganizzatore italiano del premio
The Car of the Year

Tavares: "Auto elettriche troppo costose e forzate dai governi"

Tavares: "Auto elettriche troppo costose e forzate dai governi"

Il numero uno di Stellantis a "Future of the Car" organizzata dal Financial Times ha parlato chiaro

di Francesco Forni

13 maggio

All’orizzonte c’è l’auto elettrica, ma il futuro prossimo? La transizione alla mobilità a zero emissioni e il pensionamento definitivo dei motori termici sono un argomento attuale, che tiene sulle spine molti, non tutti, i Costruttori auto.

A oggi lo switch non è possibile sui maggiori mercati mondiali, ma i paletti che i legislatori stanno piantando sembrano inesorabili, non per il domani, ma per il dopo domani. 

Ancora troppo presto e in modo troppo drastico per Carlos Tavares, CEO di Stellantis, che pur è tra i Gruppi più attivi, specialmente per la commercializzazione delle compatte elettriche, i modelli più popolari.

Stellantis, offensiva elettrica su quattro piattaforme

Le parole di Tavares

Tavares durante una tavola rotonda del Financial Times ha chiaramente detto che la musica andrebbe aggiustata. “Il passaggio alla elettrificazione in questo modo è calato dall’alto dai governi, imposto con brutalità. La mobilità a zero emissioni accessibile solo alla clientela più facoltosa non avrà un impatto importante e virtuoso sulle emissioni di CO2. Per le Case è dura vendere un’auto elettrica a 30.000 euro quanto l’equivalente modello a combustione costa la metà”.

Tavares continua. “La mobilità pulita deve essere accessibile. Ma è dura di questa tempi, con la carenza dei semi-conduttori. Più durerà crisi dei chip, più difficile per l’industria dell’auto riuscire nell’impresa di essere profittevole. Ci potrebbero essere ripercussioni anche nel 2022: essere sostenibili economicamente non sarà facile, anche perché sta aumentando il costo delle materie prime”.

Stellantis, stop all'acquisto di crediti verdi da Tesla

Stellantis tra guida autonoma e lusso

L’ad di Stellantis vede lontano il self drive totale: “Non trionferà completamente, il piacere di guida avrà la sua parte”.

Ottimismo invece per il polo del lusso accessibile: Alfa Romeo, Lancia e DS potranno prosperare in Stellantis, per un motivo semplice: sono perfettamente complementari. Proprio per questo non abbiamo in programma altre operazioni speciali: basta e avanza cementare Stellantis”.

"Il designer dei Leoni" su Auto in edicola

  • Link copiato

Commenti

Leggi auto.it su tutti i tuoi dispositivi