Dopo la presentazione “virtuale” della Mini Vision Urbanaut a novembre 2020, il Marchio del BMW  Group è pronto a svelare una versione fisica e tangibile del concept in anteprima mondiale oggi 1° luglio 2021. Lo scenario è la conferenza DLD (Digital-Life-Design) Summer di Monaco di Baviera.

Esperienze e momenti

La domanda alla base del Mini Vision Urbanaut è “Che tipo di esperienze voglio fare a bordo del mio veicolo?” e le risposte sono offerte dai cosiddetti “Mini Moments”: Chill, Wanderlust e Vibe. L'esterno e l'interno cambiano in base ai Mini Moments per dare all'esperienza il miglior palcoscenico possibile. La fragranza, il suono e l'illuminazione ambientale continuano ad arricchire il mood di base avviato dal Mini Moment prescelto.

I Mini Moments

Con il Chill Moment l'auto diventa una sorta di rifugio dove rilassarsi o lavorare con piena concentrazione. Mentre la seduta posteriore Cosy Corner invita a sedersi e a sdraiarsi in varie posizioni, il Loop retroilluminato sopra di essa assume l’aspetto di un baldacchino verde foresta che può anche essere oscurato. Al mix si aggiungono musica e suoni d'atmosfera ispirati alla natura. Nella zona centrale, lo strumento circolare si ripiega per diventare una lampada da tavolo, eliminando i display o gli interruttori che potrebbero ricordare al passeggero l'ambiente automobilistico circostante.

Wanderlust è il Mini Moment in cui si guida, di persona o tramite guida autonoma. Quando si vuole guidare, basta il tocco di un dito sul logo Mini per far apparire il volante e i pedali, e anche l'interfaccia utente sullo strumento centrale circolare adatta le sue immagini animate.

Il Vibe Moment pone al centro il tempo speso con altre persone: aprendo la porta laterale e ripiegando il parabrezza si crea una realtà accogliente. Lo strumento circolare centrale diventa un centro di controllo media. Equalizzatori che si muovono a ritmo di musica vengono proiettati sottoforma di animazioni sulle superfici della parte anteriore e posteriore, delle ruote e del Loop sopra la seduta dei sedili posteriori, creando un’atmosfera da club.

Quarta opzione, il My Moment personalizzabile offre agli utenti la possibilità di adattare il design del veicolo alle proprie esigenze e desideri. 

Tutto è ecosostenibile

Vision Urbanaut si contraddistingue anche per l’attenzione alla sostenibilità: Clever Use of Space significa il massimo spazio con il minimo ingombro possibile. Seppure lunga solo 4,46 m, la sua altezza rende disponibile uno spazio interno poliedrico e una vasta libertà di movimento. Il motore elettrico assicura una mobilità senza emissioni. Inoltre, fin dalle prime fasi di sviluppo, il team Mini si è concentrato sulla riduzione costante del numero di componenti e sull'evitare l'uso di materiali non necessari: doppia funzionalità per il cruscotto, che può trasformarsi in daybed, e display centrale OLED circolare - che si riformula come un'elegante lampada nel Chill Moment - sul tavolo; coperture intercambiabili e interni creati senza l'impiego di cromo o pelle, ma con un'alta percentuale di materiali riciclati, rinnovabili e riciclabili: lana, poliestere e Tencel.

Da dentro a fuori

Come innovativo concetto di spazio, Vision Urbanaut è stata progettata dall'interno verso l'esterno. I designer hanno concepito prima di tutto l'esperienza dell’abitabilità interna e in un secondo momento hanno sviluppato gli esterni, utilizzando planimetrie, mobili e modelli di legno in scala per avere un'indicazione sulle dimensioni. Durante la progettazione è stata utilizzata la realtà aumentata per creare un modello digitale, poi sistematicamente ottimizzato.

Ssangyong Korando e-Motion, il Suv elettrico arriva a ottobre