Non è solo T.50, estrema hypercar da corsa, firmata da GMA. Gordon Murray Design, accanto alla divisione Automotive, è uno studio di progettazione che rivela l'applicazione più compatta della sua architettura iStream.

Cos'è, anzitutto, iStream? In sintesi, è una soluzione di scocca pensata per produzioni dai volumi medio-piccoli, anche mezzi commerciali, improntata alla leggerezza e semplicità di assemblaggio. È una via per garantire redditività in presenza di ridotti volumi produttivi. Non solo.

Telaio e pannelli, più semplice di così

L'idea di Gordon Murray, improntata alla semplificazione dei componenti, ha portato a realizzare l'iStream come l'abbinata di due elementi essenziali. L'iFrame è il telaio in materiali metallici, un'ossatura alla quale ancorare componenti quali il motore, il cambio, le sospensioni, i sedili.

Su Auto in edicola: Il danno del sassolino

Da solo, però, il telaio non è sufficiente a garantire le esigenze di rigidità strutturale. Così, ecco il completamento dell'iStream con gli iPanels, elementi in materiale composito, a elevata rigidità, installati a "legare" il telaio metallico in punti cruciali. La leggerezza ringrazia, visto il 20% e oltre di risparmio che può essere raggiunto nella progettazione di un'auto familiare. I componenti, poi, necessari a realizzare la scocca diminuiscono di oltre il 50%. Sta in questi dati la forza dell'architettura iStream. 

Che è anche una filosofia di progettazione a basso impatto ambientale, viste le procedure snelle. In aggiunta, i pannelli in composito possono essere ulteriormente alleggeriti ricorrendo a elementi in fibre naturali.

Leggi anche: Cingolani e un'Italia potenzialmente leader nelle rinnovabili

Quadriciclo nel nome, sicurezza da auto vera

L'ultima applicazione iStream è nel quadriciclo elettrico Motiv, un dispositivo di mobilità personale, dal peso inferiore ai 400 kg e un'autonomia di marcia dichiarata superiore ai 200 km. Vanta una batteria di capacità doppia rispetto a sistemi concorrenti ma, soprattutto, dichiara un'attenzione alle strutture di sicurezza equiparabile alle progettazioni automobilistiche, piuttosto che i veicoli classificabili quali quadricicli. Ha l'ABS, il climatizzatore, un sistema infotainment. Quanto alla ricarica, in 40 minuti passa dal 10 all'80% della capacità. 

In una fase di estrema complessità progettuale, la visione di Gordon Murray - peraltro annunciata già da tempo, con l'iStream oggetto di continui sviluppi - va nella direzione della semplicità e leggerezza.