Car of the YearOrganizzatore italiano del premio
The Car of the Year

Renault Zoe in sharing nelle zone rurali, l'iniziativa di Mobilize

Renault Zoe in sharing nelle zone rurali, l'iniziativa di Mobilize

Mobilize, Marchio del Gruppo Renault specializzato nella mobilità sostenibile e condivisa, ha avviato un servizio di sharing in un piccolo centro rurale bretone

di Redazione

17 novembre

Portare la mobilità sostenibile e condivisa non solo in città, ma anche in zone rurali con scarsa densità di popolazione. È questo uno degli obiettivi di Mobilize, che ha intrapreso un progetto per la realizzazione di un servizio di car sharing nella cittadina bretone di Luitré-Dompierre. Un'iniziativa promossa dal sindaco del piccolo comune francese e trasformata in realtà insieme a Mobilize. Protagoniste del nuovo servizio due Renault Zoe, completamente elettriche, che saranno a disposizione dei cittadini per gli spostamenti quotidiani.

Mobilize, sharing nelle aree rurali con le Renault Zoe

Mobilize, sharing nelle aree rurali con le Renault Zoe

Mobilize, Marchio del Gruppo Renault per la mobilità sostenibile e condivisa, ha avviato un servizio di sharing nella cittadina bretone di Luitré-Dompierre

Guarda la gallery

Mobilize, sharing anche per le zone rurali

La sempre maggiore diffusione di vetture elettriche in tutta Europa sta portando a una parallela e rapida costruzione di infrastrutture in grado di garantire la ricarica a tutti i nuovi veicoli. Un processo che tuttavia si sta concentrando nei grandi centri urbani lasciando le aree rurali prive non solo di colonnine, ma anche di servizi per la mobilità condivisa. Tuttavia, sono numerosi i piccoli comuni che stanno lavorando per tenersi al passo dei centri più grandi. Come Luitré-Dompierre, cittadina francese poco distante da Rennes, i cui cittadini godono ora di un servizio di sharing con auto full electric.

A promuovere il progetto è stato Michel Balluais, sindaco del piccolo comune bretone. “Volevamo proporre soluzioni per facilitare gli spostamenti quotidiani e saltuari, adottando modalità di trasporto virtuose – ha spiegato Ballauis, che ha poi aggiunto - Il nostro obiettivo era quello di permettere a tutti, lavoratori e pensionati, di avere la garanzia di potersi muovere come vogliono, senza dover ricorrere sistematicamente all’auto di proprietà. Insomma, si trattava di incentivare la mobilità condivisa offrendo una serie di soluzioni di trasporto per tutti”. A sostegno del progetto è poi intervenuta Mobilize, azienda del Gruppo Renault specializzata nella mobilità sostenibile e condivisa.

Renault Megane E-Tech Electric, l'elettrica "facile"

Due Renault Zoe per i cittadini di Luitré-Dompierre

Il progetto di Ballauais si è oggi trasformato in realtà. La cittadina francese infatti ora gode di un servizio di sharing con due vetture (Renault Zoe 100% elettriche) che fa base in un'area sviluppata appositamente, dotata di colonnine per la ricarica e altri servizi come autolavaggio, area camper, luogo di appuntamento per il car pooling e di noleggio per biciclette elettriche. Il servizio è prenotabile tramite un'app, e “a ciclo chiuso”, ovvero prevede che la vettura venga presa e restituita sempre nello stesso punto.

Numerosi i vantaggi per la popolazione rurale di Luitré-Dompierre: innanzitutto una maggiore libertà di movimento in luoghi privi – o quasi – di mezzi pubblici, ma anche la possibilità di non acquistare una seconda auto in famiglia. “Il car-sharing permette di coniugare mobilità e rispetto per l’ambiente rispondendo, al tempo stesso, alle attese dei nostri concittadini che vanno alla ricerca di soluzioni di mobilità più verdi e più sostenibili” ha spiegato ancora il sindaco della cittadina bretone. Che adesso può diventare un esempio per numerosi piccoli centri rurali in tutta Europa.

Auto elettriche con più autonomia in autostrada: la classifica

  • Link copiato

Commenti

Leggi auto.it su tutti i tuoi dispositivi