Finalmente Android Auto sta per arrivare sulle BMW. Da luglio 2020 il software di Google che integra la maggior parte degli smartphone più moderni in commercio sarà compatibile con le vetture bavaresi.

Ovvero i Samsung Galaxy dal modelli S8 e Note8, i Nexus 5x e 6P e i Google Pixel. Si affiancherà quindi alla compatibilità con Apple CarPlay, ovvero per gli iPhone.

BMW colma una lacuna importante. Android Auto permetterà di gestire il proprio telefonino dal display della vettura e utilizzare le funzioni principali. Non ultima Waze, il navigatore social, meno ricco e graficamente evoluto di quelli forniti dalle Case auto, ma velocissimo negli aggiornamenti su traffico e situazione in generale delle strade.

Nuova BMW M4, anticipazione con la GT3

Android Auto su BMW sarà disponibile sia con connessione su cavo USB sia wireless, ancora più comoda e senza ingombri a bordo.

Non sarà un semplice adeguamento. BMW aggiornerà il suo sistema di infotainment, per rendere la sinergia con Android Auto più rapida. Navigazione, musica e chiamate saranno visualizzate anche sul cruscotto, nel quadro strumenti digitale.

E persino sull’Head up display, per le vetture che ne saranno dotate. Android Auto su BMW sarà mostrato tra poche settimane, a inizio 2020 al CES di Las Vegas.

Il ritardo della Casa bavarese è stato compensato con questi vantaggi che al momento altri Marchi non offrono.