Come ti perfeziono il mild-hybrid? L’idea sviluppata dal Centro tecnico Hyundai in Germania è destinata a debuttare sul restyling di Kia Rio in arrivo sul mercato nel terzo trimestre dell’anno, un mild-hybrid turbo benzina 1.0 con cambio manuale. A seguire andrà su altri motori benzina e diesel elettrificati.

Cerchi un'auto usata? Sfoglia il listino di Auto

Ecco, il cambio. Sappiamo come il funzionamento dei sistemi mild-hybrid a 48 volt consenta di estendere le fasi di guida a motore spento, il famoso coasting, nel quale l’abbrivio dell’auto è massimizzato dalla separazione del cambio dal motore, per superare un trascinamento della trasmissione che ne limiterebbe lo slancio.

Tale separazione di cambio e trasmissione opera mediante un automatismo gestito elettronicamente sui sistemi mild-hybrid (e ibridi plug-in) abbinati a trasmissioni automatizzate (doppia frizione o cambi automatici).

I limiti del mild-hybrid manuale

Lo scenario è diverso nel caso di auto con cambio manuale e frizione azionata dal guidatore. Alcune soluzioni di mild-hybrid con cambio manuale sul mercato prevedono che il coasting a motore spento avvenga in prossimità dello stop dell’auto, a velocità quindi basse, nell’ordine dei 20-25 km/h, solitamente. Diventa un estendere l'operatività dello start&stop.

Con l’Intelligent Manual Transmission sviluppata da Hyundai, la separazione tra cambio e motore è affidata all’elettronica di controllo della frizione. Da comando meccanico-idraulico, con il pedale fisicamente collegato alla pompa comanda l’apertura e chiusura della frizione, si passa a una frizione del tipo by-wire. Ovvero, operare sul pedale della frizione non diventa altro che dare un segnale elettronico a una centralina, a sua volta incaricata di istruire un attuatore (realizzato da Valeo) a operare idraulicamente sul pistone responsabile di "aprire" e "chiudere" la frizione.

I vantaggi dell'iMT Kia

Interporre un tale comando tra pedale e frizione ha reso possibile sviluppare una logica di controllo elettronico da parte di una centralina che istruisce tanto il motore che lo starter-generatore a cinghia e la frizione stessa perché si spenga il motore e disaccoppi il cambio quando il guidatore solleva il piede dall’acceleratore. Così facendo è possibile massimizzare il coasting a motore spento e trasmissione disaccoppiata, per un vantaggio su consumi ed emissioni rilevato nel 3% in condizioni di guida reali se confrontato con un normale mild-hybrid privo di frizione controllata elettronicamente.

La marcia resta inserita tranne se...

Un dettaglio importante da evidenziare è come il rapporto del cambio, selezionato dalla leva manuale, resti inserito durante il coasting a motore spento e frizione “aperta”, pronto a essere utilizzato in trazione appena il guidatore darà nuovamente gas o prema fisicamente il pedale dalla frizione. A quel punto, ancora la centralina elettronica di controllo della frizione attuerà la parte idraulica per porre in collegamento motore e cambio, insieme all’istruzione data allo starter del super-alternatore perché riavvii il propulsore.

Sfoglia il listino Kia: tutti i modelli sul mercato

La scelta di una tale evoluzione del cambio manuale è spiegata da Kia come una soluzione pensata in modo specifico per le abitudini di un pubblico europeo ancora con una fetta ad apprezzare i contenuti della cambiata manuale.

Tra gli scenari di guida previsti da Kia, anche il riavvio del motore non già nella marcia rimasta inserita ma in folle, quindi ancora con frizione “aperta” se la velocità alla quale procede l’auto è troppo bassa rispetto alla marcia innestata.