Car of the YearOrganizzatore italiano del premio
The Car of the Year

Addio Alfa 4C, fuori produzione la pocket supercar

Addio Alfa 4C, fuori produzione la pocket supercar

Fine cors per la sportiva con telaio in carbonio dallo stile e dalle doti stradali fuori dal comune

di Francesco Forni

11 novembre 2019

Saluta Alfa Romeo 4C, la pocket supercar del Biscione esce di produzione. Non è più disponibile sul configuratore della Casa. La “dura e pura” nata nel 2013, come primo emozionante assaggio della rinascita di Alfa Romeo voluta da Sergio Marchionne entra nel novero delle auto per collezionisti.

Alfa Romeo, i 10 modelli più importanti: le foto

Alfa Romeo, i 10 modelli più importanti: le foto

Alfa Romeo compie 110 anni. Una storia fatta di grandi successi, di auto mai banali, che hanno segnato le vite degli italiani e non solo. Da quando, nel 1909, la crisi economica spinge il cavaliere Ugo Stella, amministratore della Società Italiana Automobili Darraq, a costruire una nuova azienda: l’Anonima Lombarda Fabbrica Automobili. Grazie all’opera del geometra Giuseppe Merosi, nasce la prima storica vettura targata Alfa: la 24 HP. Poi, nel 1918, viene inglobata la società dell’imprenditore napoletano Nicola Romeo, che produceva armamenti di guerra: l’Alfa la rileva per costruire motori per aeroplani. È nata l’Alfa Romeo. Milano è la sua sede. E questi sono i dieci modelli che ne hanno segnato l’evoluzione

Guarda la gallery

Alfa Romeo 4C, la prova completa di Auto

La fine di un ciclo Alfa Romeo

Il successo di mercato non è arrivato, nonostante i numerosi apprezzamenti. Il commiato di Alfa 4C è parallelo al nuovo piano industriale del Marchio, che prevede, oltre a Stelvio e Giulia e i loro restyling (il primo a tra pochi giorni, quello sostanziale con i powertrain elettrificati del 2021), l’arrivo di due SUV. Tonale e un B-UV compatto che avrà anche una versione full electric.

Fine della produzione sulle linee a Modena negli stabilimenti Maserati. Dopo l’esordio nel 2013, quando entusiasmò pubblico e critica, 4C ha pagato, anche, la sua essenza senza compromessi.

Alfa Romeo 4C, il primo test in pista di Auto

Eccezionale per la scocca in fibra di carbonio, il motore centrale, il peso di partenza contenuto a meno di 900 kg. Il tutto combinato con una estrema efficacia nella guida sportiva e al limite. E concentrato in meno di 4 metri di lunghezza e solo 1,18 metri di altezza.

Trazione posteriore, sterzo diretto (niente servo), frenata da auto da corsa. Rigidissima, quasi zero il comfort acustico, ma senza pari. E con un prezzo, pur alto, sempre inferiore alle vetture che potevano permettersi prestazioni e raffinatezze simili.

Impossibile rimanere estranei alle emozioni di 4C. Ma alla fine il mercato non ha portato i risultati sperati (e che avrebbe meritato, a nostro parere) decretando la fine del ciclo. Se la godranno gli appassionati che hanno potuto permettersela.

  • Link copiato

Commenti

Leggi auto.it su tutti i tuoi dispositivi