La strada imboccata è senza ritorno, anche la sportività dev’essere elettrificata. Così, 508 Peugeot Sport Engineered, da concept car procede verso la proposta di serie, attesa nella seconda metà del 2020, con il Salone di Parigi appuntamento ideale per celebrare la grandeur francese.

A Ginevra andrà la sola DS, dei marchi di casa PSA. Da Ginevra 2019, Peugeot 508 venne interpretata in chiave sportiva, un sistema ibrido plug-in da oltre 400 cavalli e 500 Nm complessivi, garantiti dall’abbinamento tra motore turbo benzina 1.6 litri da 200 cavalli, un motore elettrico anteriore da 110 cavalli e uno posteriore da 200 cavalli.

Cerchi e aerodinamica rivisti in parte

Schema che ritroveremo sul modello di serie, i cui prototipi di sviluppo sono stati svelati su Twitter. Cosa cambia rispetto alla show car? Pochissimo, d’altronde l’esercizio 2019 poggiava già su basi tecniche e aerodinamiche del tutto realistiche e pronte per l’industrializzazione. Alcuni particolari sembrano venire meno, come le pinne a mo’ di alette applicate in corrispondenza dei montanti posteriori; nuovi anche i cerchi in lega, un design multirazze in luogo della specifica aero.

Un’ottimizzazione tecnica che porterà ad avere un assetto dall’altezza da terra ridotta e carreggiate ampliate, mentre sul dato della potenza massima disponibile dal sistema ibrido plug-in, dove non dovessero essere i 400 cavalli del concept ad andare in strada, certo avremo valori oltre i 350 cavalli.

Il richiamo alla show car vale per dire delle prestazioni dichiarate da quel sistema: 4”3 in accelerazione sullo 0-100 orari, autonomia di marcia in elettrico di 50 km e velocità massima di 250 km/h.